Data: Maggio 23rd, 2019

Approfondimento, Attualità

Via i lavori alle palestre del Comunale: le quattro società cercano alternative

di DANILO SANGUINETI Pesisti, lottatori, boxeur, judoka sono figli di uno sport minore? Lunedì 3 giugno incomincia per le società chiavaresi di discipline che un tempo erano raggruppate sotto l’etichetta ‘atletica pesante’ un esodo imposto dagli improcrastinabili lavori di ristrutturazione delle loro palestre, raggruppate all’interno dello stadio Comunale di via…

Calcio, Sport

Entella, la vittoria della semplicità in un calcio “pazzo”

Nella vita, a differenza del calcio, non esiste il pareggio. Ma il pallone sa essere, invece, una metafora perfetta della vita capace di dare dopo aver tolto, in quel filo intricato di emozioni, sofferenza, felicità. Una caleidoscopio di sensazioni che inebriano e stordiscono in un batter di ciglia.
La storia del pallone insegna come le vittorie contro ogni pronostico siano spesso capaci di entrare di diritto nella categoria delle vere e proprie imprese.
Come quella compiuta da ogni singolo componente della Virtus Entella, in campo e in sede, un gruppo straordinario che ha sempre dato tutto e anche qualcosa in più.

Una stagione iniziata con l’atteggiamento compassionevole di tanti che consideravano la squadra chiavarese ostaggio…

Attualità, editoriale

Europee, serve un voto contro i nazionalismi risorgenti per non ritornare nel passato

Se si colloca nel 1214 il primo grande conflitto tra monarchie nazionali (francese e inglese) che anticipa in qualche modo la guerra dei 100 anni iniziata nel 1337 tra Filippo Augusto re di Francia e il re inglese Giovanni Senza Terra, si può dire che l’Europa e le sue nazioni sono state perennemente in guerra tra loro per più di settecento anni consecutivi. 

Centinaia di milioni di morti, distruzioni, carestie, deportazioni hanno caratterizzato secoli e secoli di storia europea fino all’immane disastro della seconda guerra mondiale, figlia dei nazionalismi, del fascismo e del nazismo che culminò con la mostruosità della Shoah. 

Contro questa storia di guerre, di morti e di lutti, culminati nella seconda guerra mondiale, e in reazione ai nazionalismi e alle tendenze reazionarie e fasciste che l’avevano provocata, nel secondo dopoguerra nacque l’idea di Europa. 

Questa idea si è sviluppata negli ultimi 70 anni con una serie di tappe e di atti importanti: prima venne la Comunità del Carbone e dell’Acciaio (CECA), nel 1951, poi nel 1957 il Trattato di Roma per la nascita del Mercato Comune Europeo (MEC), l’allargamento degli Stati membri dai 6 fondatori ai 27 attuali che continua dal 1973, poi nel 1979 la prima elezione del Parlamento Europeo, il trattato di Maastricht con la nascita dell’Unione Europea nel 1993, la nascita dell’euro nel 2002. 

La cosa più straordinaria di questo periodo è il confronto con i 700 anni precedenti: gli ultimi 70 anni passano senza guerre e senza lutti, se si fa eccezione per la tragedia jugoslava. 

Ci si può lamentare di molte cose che non hanno funzionato, specie nell’ultimo periodo, e che vanno corrette e riformate pena la fine dell’esperienza europea, ma non si può disconoscere l’enorme verità della conquista della pace, ottenuta perché, grazie all’Europa, i nazionalismi e le tendenze reazionarie che li hanno sempre sostenuti si erano sopiti fino a (quasi) scomparire nella costruzione della casa comune. 

1 2
RECENT COMMENTS
FlICKR GALLERY
THEMEVAN

We are addicted to WordPress development and provide Easy to using & Shine Looking themes selling on ThemeForest.

Tel : (000) 456-7890
Email : mail@CompanyName.com
Address : NO 86 XX ROAD, XCITY, XCOUNTRY.