Settimanale di attualità, economia e sport, Chiavari, Genova, Liguria
Cerca
Close this search box.

Glocal… no social
Settimanale di attualità, economia e sport

Settimanale di attualità, economia e sport

Giovedì, 16 maggio 2024 - Numero 322

Editoriale

FILTRA PER PERIODO
Periodo

Le brutte vicende genovesi non devono essere l’alibi per rilanciare il declinismo

La Liguria è una regione che negli ultimi trent'anni ha perso progressivamente colpi vivendo un declino che a poco a poco ci ha condotti alla marginalità

Il cupo estremismo delle proteste nelle università di chi vuole cancellare Israele dalla carta geografica

Perché nessuno di voi ha manifestato e protestato per gli eccidi e le decine di migliaia di morti consumati dal regime siriano di Assad appoggiato dalla Russia e dall’Iran, o per l’invasione neo-imperialista di Putin in Ucraina?

Antisemitismo di sinistra

Portare la stella di David ai cortei del 25 aprile sta diventando impossibile, perché ci sono gruppi di facinorosi e violenti ai quali della liberazione dal nazifascismo non importa nulla, e che sono lì solo per scagliarsi contro chi sfoggia colori e simboli che richiamano Israele

Competitività, autonomia strategica, mercato unico: le grandi questioni che l’Europa ha davanti se vuole veramente cambiare

Ridare competitività al sistema industriale europeo significa, tra l’altro, fare enormi investimenti in innovazione e nelle transizioni energetica e digitale

Salvare l’industria europea è compito anche dei sindacati. Perché l’approccio della Cgil è rivolto al passato

Oggi non è tempo di lotta di classe, ma di un patto del lavoro con al centro la salvezza e il futuro delle fabbriche, realizzato tra i sopravvissuti ai venti sconvolgenti della globalizzazione

Gli estremismi del green deal: la mancanza di coraggio degli industriali europei ha peggiorato la situazione

La politica non è stata capace di visione e di guida e, opportunisticamente, ha pensato di seguire e/o cavalcare l’onda di un ambientalismo populista e estremista che vede nelle imprese il problema invece che la soluzione

L’Europa e il dilemma del libero mercato

Il Vecchio Continente con molta umiltà deve chiedersi cosa è che non ha funzionato, e comprendere che non sarà mai più il centro del mondo che dice a tutti cosa devono fare, ma dovrà guadagnarsi un futuro con tanta fatica e tanto dolore

L’industria è centrale anche a Genova e in Liguria

Costruire oggi un riscatto dopo anni di declino e di progressiva marginalizzazione dalle traiettorie di crescita del Paese significa innanzitutto sconfiggere il luogo comune che l’industria è il passato

Il miracolo dell’industria manifatturiera italiana

Bisogna convincere l’Europa che l’industria e le imprese sono il principale attore della crescita economica, dell’innovazione, dell’inclusione sociale

La sicurezza sopra e sotto il mare: un progetto strategico per l’industria italiana

In un mondo sempre più turbolento i temi della sicurezza strategica e della difesa, sul mare e sotto il mare, saranno al centro della scena. L’apparato industriale italiano può dire la sua in maniera autorevole

Cosa devono fare le imprese in presenza di una forte caduta del prezzo dell’energia?

I recenti provvedimenti del Governo italiano devono essere letti in quest’ottica: mitigazione del rischio di esplosione improvvisa del costo

La caduta del prezzo dell’energia. Fattori reali e speculazione. I tempi diversi di industria e finanza

L’enorme liquidità disponibile a livello mondiale, alla continua ricerca di nuove asset class, ha individuato anche nelle commodities energetiche (gas, energia elettrica, certificati di CO2) oggetti interessanti