Data: Agosto 15th, 2019

Il mio comune

Sestri, s’intensifica il programma di pulizia della città

L’avvio della stagione estiva ha segnato anche l’intensificazione del progetto di pulizia profonda e disinfezione della città che vede la messa in campo di azioni di igienizzazione programmate, costanti e cadenzate in maniera particolarmente intensa nel tempo. Quest’anno, oltre ai consueti interventi integrativi, l’Amministrazione Comunale ha previsto una serie di…

Il mio comune

Chiavari, 86 nuovi parcheggi nell’area di Colmata

Sono 86 i nuovi parcheggi gratuiti realizzati in Colmata mare dall’amministrazione Di Capua, grazie allo spostamento delle paratie (griglie e new jersey) poste per delimitare il cantiere attiguo al porto turistico e al conseguente allargamento dell’area di parcheggio in oggetto. Gli interventi di manutenzione e rimozione dei materiali sono stati…

Attualità, editoriale

La crisi è difficile, pensate all’Italia

Stiamo attraversando una delle più complesse e difficili crisi politiche della storia della Repubblica. È questa la sensazione che deriva dallo svolgersi degli avvenimenti a partire dall’annuncio di Matteo Salvini di fine del governo penta-leghista.

Mentre scriviamo non sono ancora chiarissimi i passaggi della parlamentarizzazione della crisi ed in particolare di come e quando avverrà in Senato la sfiducia al governo Conte, ma soprattutto non sono chiari gli sbocchi della crisi. Elezioni subito come chiede la Lega? Un governo cosiddetto ‘istituzionale’, con maggioranza da trovarsi, che faccia la finanziaria, eviti l’esercizio provvisorio e porti il paese ad elezioni in primavera? Un governo di legislatura appoggiato da PD e M5S e soprattutto da tutti quei parlamentari disperati che non vogliono andare a casa perché sono certi che non saranno più rieletti (e ce ne sono tanti nelle fila dei renziani, del M5S e di Forza Italia)? 

Lo sgomento che si prova dipende dall’evidente distanza, quasi una frattura, tra la grave crisi economica e finanziaria del Paese, aggravata da un anno di governo populista che poco o nulla ha fatto per la crescita e lo sviluppo, e gli obiettivi delle forze politiche, o di gruppi al loro interno, volti a capitalizzare consenso elettorale o a garantire una sopravvivenza costi quel che costi, fottendosene degli interessi dell’Italia. 

La situazione è grave perché la congiuntura economica anche internazionale sta rallentando vistosamente, e l’Italia, che da vent’anni cresce meno del resto d’Europa e anche per questo ha un debito pubblico gigantesco e un rapporto deficit/PIL altissimo (135%) non può permettersi crisi al buio e un ritardo negli sbocchi istituzionali e politici volti a ridare rapidamente un governo al Paese. 

Ciò che più atterrisce è la noncuranza con cui si ipotizzano alleanze a prescindere dai programmi e dalla natura di fondo delle forze politiche coinvolte. 

È questa in fondo la vera origine del fallimento del governo penta-leghista.

Attualità, In primo piano

L’inarrestabile rivoluzione portata dai robot cambierà per sempre le nostre abitudini. Ma va gestita correttamente

Il Giappone è il paese al mondo in cui vivono i cittadini più longevi e ospita la popolazione di anziani più numerosa della terra. Oggil il 28% della popolazione giapponese ha più di 65 anni. Si prevede che nel 2050 sarà circa il 40%!!!

Tutti questi anziani hanno e avranno bisogno di qualcuno che si prende cura di loro. Purtroppo la bassissima natalità del Giappone non consente che il modello del passato – figli e nipoti che si occupano dei nonni – sia praticabile per il futuro. Non ci saranno nipoti a sufficienza.

A meno di un profondo cambiamento nelle politiche di immigrazione, oggi rigidamente chiuse, non ci saranno abbastanza umani capaci e disponibili di occuparsi degli anziani. Il Ministero della Sanità giapponese prevede per il 2025 un fabbisogno di 4 milioni di assistenti per anziani. Oggi nel Paese ce ne sono soltanto 1,5 milioni.

L’esempio del Giappone non è così lontano dalla realtà del nostro Tigullio, dove i tassi di invecchiamento della popolazione e di denatalità sono altrettanto marcati. Dal punto di vista dell’assistenza, la situazione è solo leggermente diversa perché le politiche di immigrazione italiane degli ultimi anni sono state meno rigide di quelle giapponesi e c’è da noi un esercito silenzioso ma preziosissimo di lavoratrici e lavoratori stranieri (prevalentemente ucraini ed ecuadoriani) che si occupa dei nostri anziani. Ciò non di meno, specie per i non autosufficienti, vi è una drammatica carenza di servizi di assistenza sia pubblici che privati che spesso mette in crisi le famiglie.

1 2
RECENT COMMENTS
FlICKR GALLERY
THEMEVAN

We are addicted to WordPress development and provide Easy to using & Shine Looking themes selling on ThemeForest.

Tel : (000) 456-7890
Email : mail@CompanyName.com
Address : NO 86 XX ROAD, XCITY, XCOUNTRY.