Settimanale di attualità, economia e sport, Chiavari, Genova, Liguria

Glocal… no social
Settimanale di attualità, economia e sport

Settimanale di attualità, economia e sport

Giovedì, 1 giugno 2023 - Numero 272

Nasce la Wylab Academy, nuova avventura per l’incubatore chiavarese

Il Ceo Smanio: “La formazione non deve mai finire. Ci sono una serie di ambiti poco sviluppati, che non sono insegnati alle superiori”
L'aula corsi dell'incubatore Wylab di Chiavari
L'aula corsi dell'incubatore Wylab di Chiavari
Condividi su

di MATTEO MAINETTI

Fare formazione e farla bene è la nuova, enorme, sfida di Wylab. Ma si sa, dalle parti di via Gagliardo le sfide non solo si accettano, si vanno proprio a cercare. 

In questi sette anni di supporto alle start up e alle aziende, nei corridoi dell’ex Liceo Delpino, è emersa una consapevolezza: la necessità di nuove competenze. Nasce così la Wylab Academy, una proposta formativa divisa in quattro macroaree – sportech, personal skills, competenze digitali e laboratori per i più piccoli – aperta a studenti, professionisti, imprenditori e manager.

Lo Sport Lab nasce per supportare il settore sportivo nel percorso di professionalizzazione degli operatori. Ma non è solo il settore sportivo ad aver bisogno di nuove competenze. Secondo il World Economic Forum, entro cinque anni, la metà della forza lavoro dovrà adeguare le proprie skills per tenere il passo con un mercato in continua evoluzione. Ed è qui che entra in gioco My Skills Lab con l’obiettivo di approfondire e sviluppare le abilità personali come problem solving, flessibilità e public speaking. Infine, i corsi Digital Lab vogliono insegnare come cogliere le opportunità fornite dagli strumenti di marketing, in un mondo in cui la concorrenza è sempre più feroce. Ma la formazione targata Wylab non si rivolge solo agli adulti. Oggi si sente parlare di competenze STEM, la combinazione di scienze, tecnologia, ingegneria e matematica, ovvero discipline indispensabili per la formazione delle prossime generazioni. I corsi di robotica, inseriti nel modulo Kids&Teen Lab, vogliono proprio avvicinare bambini e ragazzi alle materie scientifico-tecnologiche e al mondo dell’innovazione.

Federico Smanio, Ceo di Wylab, cosa distingue la vostra proposta dalle tante sul mercato?
“Il nostro percorso e la nostra esperienza nel lavorare con le start up ci hanno insegnato tante cose, il menu dei corsi fotografa questa nostra expertise. Penso ad esempio al corso in Football Data Analysis, abbiamo gettato le basi per la nascita di una nuova figura professionale che è sempre più richiesta dai club. In quel caso abbiamo cercato di rispondere a una domanda crescente che avevamo intercettato, questa filosofia è stata applicata a tutti i nuovi corsi lanciati. Non vogliamo metterci in competizione su temi generalisti ma entrare in ambiti specifici, è importante specializzarsi su una nicchia precisa con corsi molto pratici, immediatamente spendibili sul mercato. Gli elementi fondamentali sono la novità nella proposta, il format pratico e la credibilità acquisita negli ambiti che trattiamo”.

Quale consiglio darebbe a chi, terminato il percorso di studi, deve affacciarsi al mondo del lavoro?
“Continuare a studiare. Sembra paradossale ma è così. La formazione e l’apprendimento non devono mai finire. Ci sono una serie di ambiti poco sviluppati, che non ci vengono insegnati alle superiori o all’università, ma molto importanti nel mondo del lavoro: la gestione del tempo, la capacità di negoziazione, la comunicazione. Sono capacità fondamentali”.

Quanta consapevolezza c’è nelle aziende dell’importanza di investire nella formazione dei propri dipendenti?
“Abbastanza. Si può sempre fare di più e meglio, ma vedo diverse iniziative ormai inquadrate nel welfare aziendale. Il tema critico è spesso il tempo: le urgenze fanno sacrificare ore per la formazione e il training. Nelle organizzazioni sportive, invece, non vedo grandissima attenzione a questo tema, ma fa parte di un’arretratezza generale del comparto sportivo. Tutto quello che non è un investimento sul calciatore, in molti casi, viene visto come un costo e non come un’opportunità”.

Le nuove tecnologie, pensiamo ad esempio all’intelligenza artificiale, sono una minaccia o un’opportunità per chi fa lavori creativi?
“Ci sono minacce e opportunità. Chi fa lavori creativi dovrà stare al passo con i tempi e con le tecnologie perché possono essere utili strumenti di supporto. In alcuni casi, potrebbe venire meno l’intermediazione del creativo, non lo metto in dubbio. Penso però che, per chi lavora con grande passione, capacità e competenza le tecnologie rappresentano un fattore abilitante”.

Tutti i corsi e le modalità di iscrizione sono disponibili sul sito https://wylab.net/formazione11/.

Ultimi video

Perdita occulta di liquami a Lavagna? Lotta aperta in Consiglio comunale a Chiavari
Scontro tra Silvia Garibaldi e il Sindaco. Ambientalisti e Comitato del no presenti in sala consiglio. Allarmismo strumentale? O rischio ambientale?
L'ex sindaco di Zoagli Franco Rocca ci racconta storia e geografia di un depuratore mai nato
“Perché rovinare un territorio e il nostro mare è un attimo. Una sfida malvagia alla bellezza”, sostiene l'ex consigliere regionale
La generosità dentro ai libri di Francesco Brunetti. Un aiuto concreto per Anffas
“Tante difficoltà da affrontare. Serve supporto. Scrittore e medico non sono solo due professioni, ma anche due missioni"
Cosa c'è sotto la Colmata di Chiavari: al Mignon prosegue la battaglia per il no al depuratore
Intanto, spunta un video che segnala le anomalie della condotta a mare di Lavagna. Gli ambientalisti: “Episodio gravissimo”. E scatta la denuncia
I consiglieri di minoranza della Commissione per la riapertura del tribunale si dimettono
L'accusa: "La maggioranza vuole prendere l’autostrada in contromano, noi non li seguiremo”, e rimettono il mandato al Presidente del Consiglio
Alluvione Emilia-Romagna, la colonna mobile della Protezione Civile ligure sul campo
Luciano Devoto, referente del gruppo Croce Verde Chiavari: “Di tutte la catastrofi sulle quali sono intervenuto, questa è la peggiore"
Domenica 28 e lunedì 29 maggio Sestri Levante sceglierà il nuovo sindaco al ballottaggio
Intervista a Marcello Massucco e Francesco Solinas. Si torna la voto con l’incognita astensionismo. Ecco le varie posizioni
Tribunale del Tigullio, Messuti bacchetta la commissione di scopo: "Perde tempo"
Sorpresi i commissari: "Eravamo tutti d’accordo, e in commissione ci sono anche i suoi. Ora tocca ricominciare"
Istituto Comprensivo G.B. Della Torre: il nuovo anno si apre all'insegna della protesta
Tre classi della primaria non avranno gli spazi necessari. Il Comune: “Non è una scelta economica”. E le famiglie scendono in piazza
Il Comitato No al depuratore in Colmata chiede incontro al Sindaco e audizione in Regione
Promossi anche due eventi informativi sugli aspetti che hanno portato la tortuosa vicenda sempre più al centro del dibattito cittadino
Falcone: "C'era una volta il Dipartimento degli Appennini con capoluogo Chiavari"
La conferenza dell’avvocato emerito chiude in bellezza il ciclo di incontri del 18° Corso di cultura genovese organizzato da "O Castello"
Nuovo calendario per le visite guidate al Museo del Risorgimento della Società Economica
Un percorso museale ricco di memorabilia: dipinti, scritti, oggetti particolari del capitolo risorgimentale nel chiavarese

Altri articoli

Sestri Levante, il fortino rosso non c’è più: sotto processo il trio Orlando, Ghio e Garibaldi

Marcello Massucco, prototipo della nuova generazione fra i dirigenti dem liguri, non buca in città: poco contatto fra la gente, per caratura personale

Cronache da Genova - Resa dei conti nelle segreterie di Fratelli d’Italia, Forza Italia e Pd

Tre vertici partitici regionali sembrano legare i loro destini al risultato elettorale di Sestri Levante. A Genova c'è grande fermento