Settimanale di attualità, economia e sport, Chiavari, Genova, Liguria
Cerca
Close this search box.

Glocal… no social
Settimanale di attualità, economia e sport

Settimanale di attualità, economia e sport

Giovedì, 13 giugno 2024 - Numero 326

Il dibattito sul verde di ‘Piazza Levante’ – L’esperienza e il progetto dell’associazione Pietre Parlanti

Condividi su

di OENONE LLOYD RAVAIONI *

L’Italia ha ospitato quattro anni fa, a Padova e Venezia, il terzo Convegno Mondiale dei Paesaggi Terrazzati, occasione che ha permesso di conoscerci: Paola, umbra, geografa; Ilaria, piemontese, project manager e specializzata nelle aree interne; ed Oenone, britannica e restauratrice d’arte. Lavorando insieme sulla tappa Chiavari, Lavagna e Vernazza per il Convegno abbiamo consolidato l’amicizia fra di noi coniugando la nostra passione per questi luoghi. L’enorme apprezzamento dimostrato dai partecipanti internazionali e italiani per quello che abbiamo fatto loro conoscere ci ha spronato a fondare l’anno dopo un’associazione culturale, senza scopo di lucro, di nome ‘Pietre Parlanti’.

Per far parlare un paesaggio bisogna poter raggiungere i luoghi che lo caratterizzano e quindi abbiamo iniziato il nostro progetto con l’intento di recuperare tutta l’antica rete viaria del territorio di Lavagna. Quando abbiamo cominciato fisicamente ad approcciare l’impegnativa pulizia è arrivato Guido, chiavarese, ingegnere e appassionato di storia, amante del verde e dell’ambiente; è stato fondamentale per il progetto ed è diventato il nostro rappresentante territoriale.

Con le prime perlustrazioni ci siamo resi conto che avevamo avuto ragione a crederlo un posto particolare. Intanto qui l’uomo ha creato un paesaggio con le pietre, plasmando le ripide discese collinari sino al mare con le sue mani, mani incredibilmente capaci perché prima hanno cavato le pietre dalle numerose cave d’ardesia scavate sin dal Medioevo ovunque nella collina; un modo per poter usufruire del materiale disponibile nelle vicinanze e così poter ‘domare’ i declivi. I terrazzamenti infatti seguono come onde la morfologia dei terreni, delle coste, delle valli.

Allo stesso tempo regimavano le acque: sorgenti, torrenti e acque meteoriche, creando vallette con un susseguirsi di muri fatti di grosse pietre, costruiti per attenuare la forza dell’acqua in particolare durante le piene; sistemi questi ancora miracolosamente in funzione oggi. I costruttori portavano l’acqua giù dove volevano loro anche con sistemi di tunnel e canali sotto i terrazzamenti. Queste opere idrauliche antiche sono fantastiche e non finiscono di stupirci per il genio di chi le ha messe in opera. Purtroppo oggi alcune di esse non funzionano più perché manomesse dall’uomo moderno quasi sempre nelle vicinanze delle strade carrabili. Appena questi sistemi vengono interrotti, i muri a secco spanciano e col tempo si evidenziano crolli.

Ci siamo accorti di quanto sono diventati fragili questi luoghi abbandonati dall’uomo perché era la stessa azione antropica di manutenzione che meticolosamente teneva tutto funzionante.

Abbiamo organizzato numerose giornate di lavoro e abbiamo dedicato serate e lunghe giornate di brutto tempo (anche durante il lockdown del Covid) alla ricerca su carte, libri e internet. Per un lavoro di recupero di questo tipo serve conoscere la storia, servono l’intuizione e la conoscenza minuziosa dell’architettura rurale per capire il senso delle zone ora abbandonate e sommerse dalla vegetazione, serve cogliere ogni traccia residua dei passaggi passati persi.

Abbiamo sovrapposto le mappe catastali alle mappe antiche e consultato le immagini satellitari che a volte ci hanno permesso di scovare passaggi ancora esistenti visti dall’alto. Insieme, con metodo, sempre con le mappe in mano, pulendo con non poca fatica, siamo avanzati lungo le pedonali antiche e siamo riusciti piano piano, in tre anni di lavoro con questo progetto, a recuperare una grande parte dell’antica rete viaria lavagnese, ora nuovamente usufruibile.

È stato un lavoro duro ma bellissimo, una vera caccia al tesoro. Un’incredibile ‘cucitura’ del territorio. Quando una via è pronta, mettiamo la nostra segnaletica: scriviamo in bianco su pietre di ardesia il nome della via o dei luoghi, in modo da restituire i toponimi di una volta, per non perdere l’identità dei luoghi; sono le nostre Pietre Parlanti. La rivalorizzazione di un territorio è anche questo.

Per aiutare il nostro Comune, sono due anni che abbiamo una convenzione come volontari per la manutenzione ordinaria del Sentiero Liguria che attraversa il nostro territorio dal fiume Entella alle Rocche di Sant’Anna.

Ci siamo rivolti alla gente del posto per cogliere il più possibile la memoria storica della collina lavagnese e questo è stato fondamentale. La signora Marisa ci ha portato nei suoi luoghi d’infanzia dapprima timidamente, ma poi, vedendo il nostro sincero interesse, si è lanciata in racconti di vita vissuta pieni di aneddoti, parlando di un mondo difficile, fatto di duro lavoro della terra per cercare di produrre ciò che serviva da vivere per le famiglie numerose.

Le signore Olga e Oneto hanno raccontato storie delle due guerre mondiali, della vita nelle cave e dell’uso delle ‘strafie’ (teleferiche) fondamentali nei loro terreni. Incontrando qualcuno nei posti più disparati abbiamo chiesto notizie e toponimi e ci siamo lasciati sempre con sorrisi reciproci; difficile non amare parlando della propria terra.

Ci siamo appellati agli abitanti locali, cercando di coinvolgerli nel progetto e dopo solo una iniziale ‘diffidenza ligure’, si sono uniti a noi, forzuti e bravissimi con decespugliatori e motoseghe e buona memoria storica; fra di loro anche cacciatori di cinghiali (unici veri occupanti di queste zone oramai, insieme ai caprioli). Ci hanno portati su dietro Sorlana verso il monte Capenardo per recuperare uno dei collegamenti fondamentali per l’uso del territorio nel passato. Una via addirittura medievale, il Carmigeu, che portava alle cave quasi in cima. Difficile spiegare l’emozione di una simile impresa: giovani e non più giovani uniti dalla voglia di recuperare un’antica via persa nei boschi. Avanzando e pulendo dietro i primi che tagliavano alberi e domavano fitti roveti, siamo sbucati sulla pedonale Viero-Loto, importante via antica di comunicazione fra Cogorno e le vallate interne di Sestri Levante. Abbiamo trovato una storica sorgente che è stata ripristinata e usata: si racconta che veniva usata da tutti quelli che tagliavano il fieno sugli appezzamenti di proprietà alle pendici del Capenardo e sembra che sia collegata da un canale sotterraneo a una casa del dazio di epoca napoleonica situata poco sotto; pensate a quanti passaggi obbligati su questa pedonale.

Siamo tornati trionfanti e contenti della nostra giornata di lavoro, tutti consci di aver riaperto una via ‘storicissima’ dopo decine di anni di abbandono. Ritornare a casa dopo una giornata passata in questo modo ci ha fatto sentire la magia dei luoghi; senti fisicamente che quella via esisteva da tempi lontani ad ogni passo in discesa. Ne abbiamo tante, per fortuna, di altre belle storie di pulizia e recupero di ulteriori vie importanti con volontari in vari punti del territorio.

Una di queste è stata una vera e propria conquista. Si tratta della Salita Cerreto che parte da Cavi Borgo centrale (via della Rocchetta) e sale la scalinata delle ‘Murtue’. Anche qui grazie sempre ad una ‘memoria-storica’” e a vari volontari, armati di motosega e roncola, siamo arrivati sino all’autostrada; qui, avendo il percorso autostradale troncato la vecchia importante pedonale comunale, ci si trova sotto un apposito tunnel che collega i due tratti superstiti; si tratta dell’unico caso di opera che è andata a compensare la ‘devastazione’ prodotta dall’autostrada.

Adesso che abbiamo una profonda conoscenza di tutto il territorio di Lavagna, ci rammarica molto il fatto che non abbiano lasciato simili varchi in altri punti dove le comunali sono state troncate completamente per sempre, come nel caso di Salita San Rocco.

Per completare la Salita Cerreto abbiamo faticato parecchio per via di crolli e interventi poco rispettosi da parte di un gestore telefonico: la via è stata devastata in più punti e poi ‘appropriata’ da alcuni privati cittadini che l’hanno recintata, impedendo il passaggio. Cocciuti come siamo, sino a poco sotto le case di Cerreto siamo comunque arrivati, sempre rigorosamente sulle tracce antiche.

Nel corso di questi anni di lavoro abbiamo stretto dei rapporti di collaborazione con molte realtà simili a noi, alcune vicine ed altre lontane, con le quali abbiamo scambiato esperienze interessanti ed arricchenti per tutti. Con la nostra assidua presenza in questi anni di ricerca e lavoro sulle connessioni del territorio, una delle cose che ci ha colpito maggiormente è stata la presenza dei muri a secco che contengono le fasce create dai terrazzamenti: centinaia di chilometri di muri a secco pazientemente costruiti da tante generazioni di muratori-cavatori-contadini che costruendo questi muri solo con gli scarti delle cave d’ardesia hanno creato una tessitura unica, tipica di questi luoghi legati strettamente alla estrazione dell’ardesia. Muri cuciti al terreno, a volte avvolgendo lo scoglio affiorante delle vene d’ardesia e usandolo come ulteriore ancoraggio; milioni di schegge d’ardesia posate una sull’altra con tantissimi accorgimenti architettonici, a seconda della necessità del posto. Pietre che parlano! Parlano di fatica, di capacità, di totale conoscenza del posto, di sfruttamento di ogni centimetro per conseguire il sostentamento di tante famiglie che chiedevano il massimo dai loro terreni per estrema necessità.

Parlano di storia del passato. Di necessari collegamenti tra luoghi. I percorsi pedonali che abbiamo ricercato, recuperato e ricucito insieme sono così belli che dovrebbero essere considerati molto di più di semplici connessioni. Queste vie non sono sentieri ma vie per lo più lastricate in ardesia spesso con un ‘disegno’ simile fra di loro. Pietre grandi lavorate per le pedonali, larghe ai lati esterni, a volte leggermente inclinate all’interno per motivi di sicurezza, oppure contenute fra un muro più basso e i muri dei terrazzamenti. Ognuna una vera opera d’arte, per la scelta del pezzo, la sua lavorazione e la sua posa sul terreno. Altre pietre sono poste in verticale incastonate nel terreno per delimitare gli appezzamenti o per sicurezza, i ‘guard-rail’ del passato. Pietre che parlano.

Mentre si cammina lungo queste vie è un susseguirsi di dettagli in ardesia, architettura agricola dettata dal bisogno di quel particolare luogo; le scalinate ripide che tagliano le fasce con spesso un duplice uso: anche l’acqua passa sotto o a fianco in modo da interrompere solo una volta le fasce, un superbo uso parsimonioso degli spazi. Difficile passare per queste vie senza avvertire la bellezza che quegli uomini e donne hanno creato.

Noi ora guardiamo questi dettagli di architettura contadina con occhi diversi, trovandoli bellissimi e, anche con le loro parti mancanti, consumate dal tempo e dall’incuria, vediamo una poetica memoria del passato. Intanto, prima Marco e poi Stefano (il nostro grafico) si sono messi a raccogliere tutte le tracce cartografiche delle pedonali, confermate dal Gps, per metterle finalmente sulla nostra carta delle antiche vie dell’ardesia, una carta geografica pieghevole che mostra più di 50 chilometri di pedonali antiche. Mancano ancora alcune vie ma speriamo di ristampare la rete viaria completa delle Vie dell’Ardesia di Lavagna per Natale.

Dalla carta potete vedere il lavoro fatto e il senso della nostra rete viaria antica. Sfruttando le curve di livello, le connessioni fra le frazioni sono tutti degli anelli con poco dislivello pensati per chi si caricava di pesi giornalmente. Mentre le vie delle cave erano abbastanza larghe per il passaggio delle povere camalle con scalinate larghe nelle parti ripide che permettevano il passaggio di due persone affiancate; abbiamo trovato numerosi scaloni di questo tipo un po’ dappertutto nel territorio. Dalla collina che porta al mare, ‘in a valle’, partono varie pedonali per raggiungere la ‘panoramica’ (sul tracciato dell’antica via romana ‘Aemilia Scauri’) e da lì alla spiaggia e alle barche. Per tornare su, ci sono anche strette direttissime per fare in fretta a raggiungere le cave più su e facilitare le tre o quattro corse giornaliere delle portatrici di ardesia.

Ma non possiamo dimenticare la vita durissima e spesso drammatica che ha portato intere famiglie ad emigrare quando qui non c’era più richiesta per l’ardesia, così difficile da prendere lassù sulle colline e da portare giù senza strade carrabili, ‘camallata’ per chilometri da donne scalze, mogli, mamme, sorelle e figlie dei cavatori, contadine. Quando si scoprì l’ardesia nella vicina Fontanabuona più facilmente reperibile, le cave di Lavagna hanno chiuso quasi definitivamente.

L’aspetto incredibile di questo nostro paesaggio è che rimasto miracolosamente sospeso nel tempo. D’altra parte lo stesso abbandono ha forse salvaguardato una straordinaria testimonianza di luoghi intrisi della storia dell’industria dell’estrazione dell’ardesia ma anche la storia della vita dei contadini e dell’agricoltura di sostentamento.

I pochi abitanti rimasti portano avanti faticosamente la cura di una parte dei loro terreni ma il disegno agricolo originario con il mondo moderno è venuto a mancare. Non allevando più nessuno gli animali, i terreni a fieno sotto la cima del Monte Capenardo sono tornati allo stato selvaggio. ‘Ins’ a valle’ (la valle del Rio Barassi che sfocia a Cavi) è stata devastata dall’autostrada già dalla fine degli anni Sessanta, stroncando, come detto, numerose vie pedonali ed eliminando tutti gli orti lungo il rio. I filari di vite un po’ ovunque sono stati abbandonati ai rovi e si trovano ancora le ‘bose’, coppie di pietre forate sporgenti dai muri, quasi tutte prive dei pali di castagno che reggevano proprio i filari di vite sul limite esterno dei terreni, bellissimo esempio di sfruttamento dello spazio nei terrazzamenti.

Ancora oggi invece l’orgoglio agricolo di questi luoghi collinari sono gli uliveti che fanno bella mostra di sé sulle coste soleggiate, dominando vaste aree. Saranno stati i monaci Benedettini Olivetani insediati nella zona di Sant’ Eufemiano a portare qui tale coltivazione o i Carmelitani così bravi con l’agricoltura?

Per il futuro diversi progetti, alcuni già in corso, vedranno il nostro impegno, come il Progetto del Massiccio San Giacomo – Capenardo che coinvolge quattro comuni limitrofi per una rivalorizzazione attenta dell’area montuosa di crinale con l’obiettivo di un turismo sostenibile. Stiamo per partire con il censimento delle cave di ardesia di Lavagna collaborando con il Comune, la Sovrintendenza e con gli speleologi. Facciamo parte del progetto nazionale ‘Paesi dell’acqua’ che vorremmo usare per portare l’attenzione sul dissesto idrogeologico, fondamentale per il futuro di questo paesaggio fragile. Abbiamo già collaborato con le scuole di Chiavari e appena passato questo momento di pandemia, abbiamo dei progetti interessanti per le scuole di Lavagna. Abbiamo a cuore le nostre zone Zsc (Zone Speciali di Conservazione) a proposito delle quali collaboriamo con la Città Metropolitana di Genova sperando di dare il nostro contributo con la nostra profonda conoscenza del territorio. Stiamo iniziando una cooperazione con la Lipu per proporre nuove aree boschive poco conosciute. Tante belle iniziative per valorizzare un territorio poco conosciuto e ricco di valenze culturali, storiche, naturalistiche.

(* Presidente dell’Associazione Pietre Parlanti)

Ultimi video

Elezioni amministrative, riconferme e volti nuovi: Alberto Mangiante a Lavagna e Guglielmo Caversazio a Santa Margherita
I due sindaci si preparano a governare e stanno mettendo a punto le nuove giunte. Conferme a Lavagna, assoluta sorpresa a Santa Margherita
Lo spacchettamento del capolinea Amt di Chiavari: “Restano vane promesse gli impegni presi dall’amministrazione"
I sindacati degli autisti accusano: "È ancora tutto fermo, aumentano soltanto i disagi per chi guida e per gli utenti, oltre al degrado in Piazza N.S. Dell’Orto"
“Le mani che plasmano ascoltando l'anima”: alla Società Economica la mostra “Impronte”
In esposizione si possono ammirare installazioni, performance e laboratori con lo scultore Balàzs Berzsenyi. Si può visitare sino al prossimo 16 giugno
Rapallo, elezioni amministrative, verso il voto dell'8 e 9 giugno. Cinque liste in campo
Sfida aperta tra “UDC Libertas” (candidato sindaco Marco Casella); "Noi per Ricci Sindaco” (candidata Elisabetta Ricci); “Scegliamo Rapallo” (candidato Francesco Angiolani); “Libera Rapallo” (candidato Andrea Carannante); “Progetto Rapallo 2024" (candidato Armando Ezio Capurro, non disponibile per l’intervista)
Castiglione Chiavarese, elezioni amministrative dell'8 e 9 giugno. Tre liste in campo
Sfida aperta tra “Per Castiglione” (candidato sindaco Giovanni Collorado); “Un nuovo domani a Castiglione” (candidato sindaco Vittorio Petrocco); “Ora si cambia” (candidata sindaco Eleonora Taddei)
Tra sole e sale, dopo la difesa della costa, Lavagna pensa in grande: presentato il progetto di fattibilità della nuova passeggiata a mare
Il sindaco Mangiante: “Aree libere e luoghi per la socialità, tutelata anche la balneazione, ci sarà pure un giardino mediterraneo"
‘Contributi per un piano industriale del Tigullio’: assemblea pubblica e nuove nomine del gruppo Tigullio di Confindustria Genova
Giancarlo Durante confermato presidente: "Ci manca una migliore organizzazione tra territori, ma noi non ci siamo mai chiusi". Le interviste ai vari protagonisti dell'incontro
Lavagna, inaugurato il restauro del Porticato Brignardello
Il sindaco Mangiante: “Dopo gli atti vandalici, restituiamo ai cittadini un simbolo che ha un profondo significato storico e culturale. Abbiamo potenziato la videosorveglianza in tutta la città”
Moneglia, elezioni amministrative: verso il voto dell'8 e 9 giugno. Due le liste civiche in campo
Sfida aperta tra “Il Faro”, candidato sindaco Claudio Magro, e “Moneglia di tutti”, candidato sindaco Luigi Rollandi
L'europarlamentare Maria Angela Danzì: “Le nuove direttive europee che entreranno in vigore bocciano i depuratori invasivi"
"Questi impianti consumano energia senza recuperare l’acqua, basta sacrificare posti turistici come Chiavari danneggiandone l’economia”
Il Comitato contro il depuratore in colmata continua a sollecitare il dialogo con l’amministrazione chiavarese
Il presidente Andrea Sanguineti: “Con i volantini che ritraggono gli amministratori abbiamo voluto ricordare la grave responsabilità di ciascun componente della giunta”
Terza edizione del “Premio Mimmo Angeli’, storico direttore del Corriere Mercantile. 'Piazza Levante' premia tre giornalisti
Riconoscimenti a Ilaria D’Amico, Andrea Malaguti e Daniele Raineri. “Fare informazione oggi tra fake news e social network”. Il video integrale dell'evento
Leivi, elezioni amministrative, verso il voto dell'8 e 9 giugno: tre liste civiche in campo
Sfida tra “Forza Leivi”, candidato sindaco Antonio Giorgio Solari; “Leivi Domani”, candidato sindaco Severino De Mattei; "Leivi Tradizione e Sviluppo”, candidato sindaco Gabriele Pisani
Intervista alla senatrice Raffaella Paita, su infrastrutture e opere pubbliche: “Sono molto preoccupata, la Liguria deve andare avanti con trasparenza e legalità"
E sul depuratore di Chiavari: “L’approccio serio del comitato rileva temi di competenza comunitaria, il mio impegno in Europa per rivedere un progetto sbagliato”
Coreglia Ligure: elezioni amministrative, verso il voto dell'8 e 9 giugno. Due liste civiche a contendersi la poltrona di sindaco
La sfida è aperta tra Elisabetta Lavezzo, “Tutti insieme per Coreglia Ligure", ed Ermanno Noce, “Per la Nostra Gente”
Moconesi: elezioni amministrative, verso il voto dell'8 e 9 giugno. Due liste civiche a contendersi la poltrona di sindaco
La sfida è aperta tra Giovanni Dondero, “Lista Civica Insieme per Moconesi”, ed Elio Ugolini “Con noi per Moconesi in azione”
Neirone: elezioni amministrative, verso il voto dell'8 e 9 giugno. Due liste civiche a contendersi la poltrona di sindaco
La sfida è aperta tra Rita Stasi, “Progetto Neirone”, e Stefano Sudermania, “Lista Civica Neirone”
Elezioni amministrative a Carasco. Due liste civiche in corsa per la poltrona di sindaco
Si ricandida il primo cittadino uscente Massimo Casaretto (Insieme per Carasco) e corre anche Boris Beronio (Progetto Carasco nel Cuore)
Elezioni Amministrative, verso il voto dell'8 e 9 giugno. Una sola lista a Borzonasca
Nessuno sfida il candidato sindaco Giuseppino Maschio, Lista Civica Rinnovamento e Progresso. Ora l’incognita è il quorum
Il Comitato Assistenza Malati del Tigullio rivive in omaggio alla memoria e ai valori del suo fondatore Giancarlo Mordini
Il ricordo del suo esempio, nelle parole della figlia Maria Giulia, del presidente Marco Glorialanza e del professor Michele Brignole. Una via di Lavagna gli sarà intitolata
Recco, tre liste civiche verso il voto dell'8 e 9 giugno. Intervista ai candidati alla poltrona di sindaco
Parlano gli aspiranti primi cittadini: “Finalmente Recco Andrea Brunelli Sindaco”, “Impegno per Recco Dario Capurro Sindaco" e “Lista per Recco Carlo Gandolfo Sindaco”
Lavagna, la campagna elettorale è entrata prepotentemente nell’ultimo Consiglio Comunale
Mangiante: “Sono amareggiato, atteggiamento provocatorio della minoranza, che ha rifiutato il confronto”. Replica Guido Stefani dall’opposizione: “Il presidente del consiglio mi ha tolto la parola"
Chiavari, in piazza per dire no al depuratore in colmata. Sotto a Palazzo Bianco, il presidio del Comitato fischia il sindaco e la giunta
Il portavoce Andrea Sanguineti: ”Abbiamo cercato il dialogo e il confronto, ma senza risultato. Ci mobiliteremo ancora, in ballo c’è il destino della nostra città”
Don Stefano Traini: “Il problema abitativo non è un’emergenza, ma un fatto ormai strutturale”
Il direttore della Caritas Diocesana fa un quadro su povertà e disagio sociale. Fenomeni che riguardano anche il Levante e il Tigullio: "A rischio il senso di comunità”
Cogorno, due liste civiche verso il voto dell'8 e 9 giugno. Intervista ai due candidati alla poltrona di sindaco
Gino Garibaldi, attuale sindaco in carica (Rinnovamento per Cogorno), e Oriano Castelli, consigliere comunale all’opposizione (Obiettivo Comune)
Il consigliere comunale d’opposizione Nicola Orecchia attacca sull'Economic Forum Giannini
"È costato alle casse comunali oltre 60mila euro, ha portato a Chiavari valenti esperti per parlare di clima e turismo, ma l’amministrazione ascolta solo quando le fa comodo”
Santa Margherita Ligure: due liste civiche verso il voto dell'8 e 9 giugno
Intervista ai due candidati alla poltrona di sindaco: Guglielmo Caversazio, lista “Uniti per Santa”, ed Emanuele Cozzio, lista “Cozzio sindaco”
Per il secondo anno ospiti della Virtus Entella, “Mille studenti in Campo”
Assemblea d’Istituto per degli studenti del Liceo Marconi Delpino, con attività educativa all’insegna dell’impegno solidale, ecologico e della battaglia per l’ambiente
Design ante litteram: la sedia leggera di Chiavari dall'Ottocento sino ad oggi
La somma delle storie delle aziende e degli artigiani raccontate in una mostra installazione nell’ex laboratorio Guido e Anna Rocca in via Piacenza 80. Gli organizzatori: "Il rilancio deve passare attraverso il design”
Carasco verso le elezioni amministrative dell'8 e 9 giugno. Intervista ai candidati
Parlano Giustino Minoli, lista “Carasco nel cuore”, e Alfredo Rivara, lista “Progetto per Carasco”, che sfideranno Massimo Casaretto, sindaco uscente e ricandidato
Le intuizioni di Guglielmo Marconi che hanno rivoluzionato il mondo della comunicazione e dell'informazione di massa
“Con il cuore e il pensiero oltre l’orizzonte, Guglielmo Marconi e la nascita della radiotelegrafia”. A 150 anni dalla nascita, alla Società Economica una mostra evento
Prendersi cura di se stessi e dei propri cari con più conoscenze e consapevolezza: ecco come
A Chiavari, alla Società Economica, un incontro promosso dall’Associazione “I Fili”. Esperti professionisti e medici illustrano un corso teorico e pratico sulla gestione e l’assistenza dell'anziano a domicilio
Raccolte ancora 400 firme contro il depuratore in colmata. Ma l’amministrazione gira la testa dall’altra parte e annuncia l’inizio dei lavori
Il Comitato No al depuratore: “Questa opera provocherà a Chiavari una ferita irreparabile che porterà la firma di questi amministratori”
Lungo le Vie dell’ardesia. A Lavagna domenica 7 aprile il IX raduno Lions di auto e moto d’epoca e moderne
Un tracciato panoramico per promuovere le bellezze naturali. Il ricavato sarà destinato all’area inclusiva per i bimbi, realizzata dal comune nel Parco Tigullio
Chiavari: l’ambulatorio Veterinario Levante diventa Clinica, si trasferisce sul mare ed entra in Ca’ Zampa
Il Direttore Sanitario Gualtiero Tanturli: “Passione e cuore perché essere veterinari è un 'lavoro' nobile, favorito da un’evoluzione di tecnologie, strumentazioni e prevenzione”
Lavagna verso le elezioni amministrative - Intervista al candidato sindaco Claudio Lapetina
È a capo della lista "Lavagna Insieme": “Significa insieme per trovare le risposte ai problemi della città. A breve presenteremo l’intera squadra"
Chiavari, il consigliere Nicola Orecchia: "Emergenza abitativa, ancora tante domande senza risposte concrete"
"L’elenco senza fine della graduatoria rappresenta la distanza siderale tra gli alloggi necessari e quelli messi a disposizione dal Comune”
"Bettina Defilla: Poesia nell'arte”: alla Galleria G.F. Grasso a Chiavari le opere dell’artista
Si tratta del primo evento del programma annuale della rassegna “L’Arte in Economica”. Il figlio Andrea Copello: “Ho selezionato le sue ultime produzioni informali”
Cantero, si parte? C’è il progetto donato da Duferco, la Regione finanzierà l’acquisto
L’appello ai chiavaresi di Antonio Gozzi: “Le iniziative devono essere in grado di stare in piedi, non possiamo costruire cattedrali nel deserto”
Gian Alberto Mangiante si ricandida ad amministrare Lavagna. "La mia lista? Di lavagnesi, coesi nell’impegno per Lavagna"
Le dichiarazioni programmatiche del nuovo impegno per la città: “Guardare al futuro con le prerogative ed il rispetto che il territorio chiede”
"Alberto Salietti, pittore” e “Diari Pittorici”. Ravenna/Chiavari e ritorno 1892–1961. Le due città celebrano l’eredità dell’artista
Claudio Castellini, presidente di Tecnica Mista e co-curatore della mostra ravennate, ci racconta le fasi del progetto realizzato in collaborazione con la Società Economica di Chiavari
Tutti contrari al depuratore in colmata a Chiavari. La politica si compatta durante l’incontro pubblico
I consiglieri regionali prendono posizione. Sandro Garibaldi: “Non c’è chiarezza nelle carte". Gianni Pastorino: “Tutti insieme vincoleremo la volontà della Giunta Regionale”
A sei mesi dallo spostamento del capolinea Amt a Chiavari, i servizi ai capolinea e la sicurezza restano un miraggio
Federico Bairo - Rsa Usb di Amt: “Il trasporto pubblico è una risorsa, non un ingombro, ma l’amministrazione lo sposta nelle zone periferiche”
Continua l’ostinato silenzio dell’amministrazione sul degrado della collina di N.S. delle Grazie a Chiavari
Massimo Maugeri di Legambiente: “Il degrado è complice dell’abbandono, ma manca l’impegno, non solo le risorse economiche”
Emanuele Cozzio annuncia la sua candidatura a Sindaco di Santa Margherita Ligure
“Dopo 10 anni di impegno amministrativo, nel prendere questa decisione sento una grande responsabilità. Tradurrò l'esperienza vissuta in una prospettiva evolutiva, rivolta anche al mondo della società civile, con cui ho avuto modo di maturare un forte legame"
Cresce l’attesa per l’incontro pubblico organizzato dal Comitato No al depuratore in colmata
Appuntamento il 9 marzo a Casa Charitas a Chiavari. I dubbi e gli interrogativi dei cittadini al microfono di 'Piazza Levante' sulla scelta che riguarda il futuro
Lavagna, domenica 10 marzo “Giornata internazionale della donna, voci e danze: storie di donne dal mondo”
Un girotondo di interventi e danze, un appello per denunciare gli eventi che hanno riportato indietro le lancette dell’orologio delle conquiste civili delle donne
Alla Società Economica è andata in scena la presentazione del nuovo progetto di ristrutturazione del Teatro Cantero
Premesse e conclusioni dell’intervento di Antonio Gozzi, presidente del Gruppo Duferco. “Un regalo alla città, ai chiavaresi, sapendo che non siamo soli”
No al Depuratore: il 9 marzo al Teatro Charitas incontro pubblico con cittadini e politici
Il presidente del Comitato Andrea Sanguineti: “Trattati come sudditi, chi amministra deve delle risposte. Restano ancora aperti tutti gli interrogativi”
Asl4 costretta dal difensore civico ad anticipare visite ed esami
Nasce lo sportello a tema sanità pubblica e registra la prima, significativa, vittoria per il Comitato Impegno Comune promosso da Davide Grillo: “Un percorso che riduce le liste d’attesa”
A tre mesi dal crollo della soletta dell’asilo infantile a Chiavari, arriva il dissequestro dell’immobile
Parla Alberto Sivori, presidente dell’Associazione Asilo Infantile Della Torre: “Siamo sulla buona strada”
Massimo Maugeri di Legambiente: ”Alcuni sindaci sono soci di Iren"
"La sovrapposizione dei ruoli genera confusione sul tema della depurazione e sui relativi costi”. Prosegue la battaglia contro l'impianto alla Colmata
Chiavari - La difficile storia di Elena, da tre anni sfrattata e invalida dorme in macchina
L’appello al Comune: “Dov’è la casa che mi avete promesso? Sono stanca, non posso più stare per strada”
L’abbraccio dei pazienti al dottor Zampogna che ha condiviso con loro 42 anni
“Un lavoro bellissimo e complicato, che ho desiderato fare fin da bambino. Ho dato tanto, ma ho ricevuto moltissimo”
Cardiologie aperte anche in Asl 4. In campo il reparto di Cardiologia dell’ospedale di Lavagna, diretto dal professor Guido Parodi
Il team lavora sulla prevenzione di fattori di rischio modificabili, per ridurre i ricoveri e rendere i presidi locali più efficienti
Leivi, a dieci anni dall’alluvione riaperta via Gazzo. Il sindaco Centanaro: “Viabilità, fondamentale l’entroterra”
L'assessore regionale alla Difesa del suolo Giampedrone sulla tutela delle risorse idriche e le scelte dei progettisti
Lavagna, bilancio e affidamento in concessione del porto turistico: arroventato consiglio comunale
L’amministrazione opta per il Project Financing. Sarà la Regione a gestire la gara. Il sindaco Gian Alberto Mangiante: “Ho tutelato la città”
Palcoscenico all’aperto per la riapertura del Teatro Cantero di Chiavari
Successo dell’iniziativa dell’Associazione Impegno Comune che ha offerto ai cittadini un fuoriprogramma con musica e frammenti di storia
Al Liceo Artistico Luzzati si concretizza il progetto di un polo della creatività
Sarà orientato all’arte, alla fotografia, al cinema e alla comunicazione multimediale, competenze legate alle professioni del futuro
Pietro Armenante: ”La nostra agricoltura non viaggia sui trattori e neppure con le sovvenzioni"
Il titolare della Azienda Agricola “Tomato de Ma”: ”Chi produce cibo è anche responsabile della nostra salute e di quella dei nostri territori”
Intervista a Sandro Longo sugli aspetti critici della relazione di Iren sul nuovo depuratore di Chiavari
Parla il professore ordinario di Idraulica presso l'Università di Parma, che ha sollevato parecchie osservazioni in maniera documentale rispetto al progetto che fa discutere la città
Roberto Pettinaroli va in pensione e lascia il 'Secolo XIX' dopo 42 anni di carriera
Quindici anni sono stati spesi come responsabile nella redazione del Levante: “Rimarrò sempre un giornalista, un mestiere che, se fatto bene, non fa sconti”
L’asilo Della Torre / Delpino bene storico e patrimonio vitale per la comunità
Nato per volontà dei benefattori chiavaresi, ha svolto la sua opera ininterrottamente per 173 anni, anticipando l’evoluzione dei tempi
A due mesi dal crollo del pavimento, l’Asilo Delpino costretto a rinunciare all’avvio del prossimo anno scolastico
Restano la preoccupazione delle famiglie di trovare nuovi spazi per i bambini e l’amarezza di separarli dalle loro maestre
Il Liceo Marconi Delpino di Chiavari continua a mietere successi sia in campo culturale che sportivo
Intanto si prosegue la strada intrapresa della modernizzazione formativa negli spazi, nei contenuti e nelle modalità
Nasce a Chiavari “Impegno Comune”, associazione culturale e politica
Il fondatore Davide Grillo: ”Intendiamo proseguire con costante impegno l’incontro e il confronto con i cittadini e le istituzioni”
“Fermatevi, o le conseguenze saranno irrimediabili”: l'appello del Comitato No Depuratore
Presentato uno studio commissionato all’Università di Parma dai ricorrenti al Tar che ha portato alla luce numerose criticità nella relazione idraulica fornita da Iren
Gianni Bottino: “Apriamo alla ricerca e alla promozione di un prodotto 100% ligure, il basilico Dop”
Intervista al direttore del Consorzio di tutela del Basilico Genovese Dop: "Lo facciamo anche attraverso l'accordo con l’Unione Cuochi Liguri"
Anoressia e bulimia, Liguria tra regioni più colpite. Il Governo taglia i fondi per le cure
Il dottor Fabrizio Gallo, specialista nella cura dei disturbi alimentari: “Adolescenti i più colpiti”. Il 19 gennaio manifestazione anche a Genova
Asl 4, proroga di due anni per il dg Paolo Petralia, pronto a raccogliere le sfide del futuro
“La sanità di comunità è il vero cambiamento culturale, organizzativo e gestionale dove fare prevenzione”
Il Governo incentiva i pescatori a rottamare le barche, ma è polemica
Augusto Comes di Federcoopesca: “La riduzione della pesca a strascico avrà impatti negativi sull’occupazione e sulla filiera di pescato fresco"
La collina frana, il Santuario delle Grazie a Chiavari è in pericolo
Il parroco: ”Dal 2019 le mie segnalazioni sono state ignorate, l’ordinanza emanata soltanto oggi ci sorprende e ci danneggia, occorre intervenire urgentemente”
Chiavari, Silvia Garibaldi dai banchi dell'opposizione traccia il bilancio dell’attività dell'amministrazione
La consigliera comunale non ha dubbi: “È stato un anno inconcludente, solo annunci, una rappresentazione teatrale senza contenuti”
Italia Nostra: “Scongiurato l’ennesimo assalto alla diligenza Preli”
Così l'associazione commenta la sentenza del Consiglio di Stato che ha respinto anche l’appello intentato dal Comune di Chiavari condannandolo alla soccombenza delle spese
La mostra “Dialoghi informali” alla Galleria G. F. Grasso della Società Economica
Una visita alla collettiva del momento con Claudio Castellini, curatore dell’evento e presidente dell’Associazione Tecnica Mista
Chiavari, alla vigilia dell’ultimo consiglio comunale del 2023 il consigliere Nicola Orecchia pressa sull’autore del cartello diffamatorio
Il rappresentante di una delle liste di opposizione: "Se fosse una persona seria, invece di rimanere anonimo, chiederebbe scusa alla funzionaria diffamata e risarcirebbe il danno”
Nuove regole sull’Osservatorio regionale per la tutela degli animali, associazioni in rivolta contro Regione Liguria
Anna Bruzzone, presidente della LIDA Tigullio: “Stiamo valutando un ricorso al Tribunale amministrativo regionale"
Capodanno 2024, la tendenza: sempre più gente festeggia in piazza
Barbara Possagnolo di Tigullio Wedding & Events: “Dietro ogni evento pubblico ci sono mesi di lavoro e una vera cabina di regia per garantire la sicurezza”
Matteo Bassetti ospite a Chiavari per la conclusione del corso “Ufficio Stampa 2.0” di Wylab
Il direttore della Clinica di Malattie Infettive dell'ospedale San Martino di Genova: “Sono troppe le fonti improvvisate che diffondono fake news”
Smart Lab a Casarza Ligure, presentato il progetto del nuovo hub di innovazione per aziende e scuole
La struttura sarà intitolata a don Nando Negri, il fondatore del Villaggio del Ragazzo: una bella opportunità per tutto il territorio
Il pandolce, una tradizione ligure dalle origini leggendarie. Intervista a Luca Antonini
Parla il patron della Pasticceria Copello di Chiavari, erede di una storia pasticciera lunga duecento anni
A due mesi dallo spostamento del capolinea dei bus a Chiavari non si fermano le polemiche
L’RSA - USB trasporti denuncia: “Troppe criticità, nessuna visione di futuro. Il Comune non ha onorato gli impegni sottoscritti"
Il mitico presepe degli Amici du Brunzin ospitato a Palazzo Franzoni a Lavagna
Da oltre vent’anni raffigura gli abitanti della città. La storia unica di questa Natività continua. E nella sede del Comune si ricrea l’atmosfera del borgo
Anche il chiavarese Luiso Sturla è ospite alla mostra “Dialoghi Informali”
"L’arte è emozione e momenti di vita talvolta difficili da raccontare. La mia pittura è informale, ma con radici figurative ispirate alla natura”
Il Comitato 'No al depuratore in colmata': "Siamo stati ricevuti dal nuovo difensore civico della Liguria Francesco Cozzi, mentre Iren continua a negarsi"
Massimo Maugeri: "Scuola e depuratore sono temi distinti con iter differenti"
Gioco d’azzardo e scommesse, Boitano: "Il pericolo per i giovani è online"
Il titolare di un'agenzia di scommesse: “Lo Stato incassa cifre notevoli e ci sono vent’anni di ritardi nella regolamentazione".
Presentata la trentanovesima edizione del “Lunaio de Ciavai”, dell’Associazione O Castello
Cesare Dotti, curatore della pubblicazione: “Una città affacciata sulle acque attraverso 563 proverbi e oltre 70 fotografie”
Il comitato “No al depuratore in Colmata” è sceso in piazza: raccolta firme e informazione sui rischi
Molto numerosi i residenti che sollecitano una soluzione alternativa al problema. Sanguineti: "Il Comune di Chiavari faccia questa battaglia"
Venerdì 1° dicembre, alle ore 18, alla Società Economica di Chiavari, la presentazione dell’ultimo libro di Getto Viarengo
L’autore dialogherà con il presidente dell’Entella Antonio Gozzi per illustrare il suo "L'albero della cuccagna", edito da Internòs
La Filarmonica di Chiavari presenta il calendario di “Dicembremusica 2023”
Danilo Marchello, direttore artistico: “Un programma ambizioso, si parte con la Sinfonia n.9 di Beethoven, un evento straordinario”
Depuratore a Chiavari il sindaco di Leivi Centanaro ribadisce: "Ancora attuale la mia proposta, valorizza la risorsa idrica ed evita lo scarico a mare”
Intanto, il consigliere regionale Gianni Pastorino di Linea Condivisa chiede un’audizione in Città Metropolitana
Iniziativa pubblica del Comitato No al Depuratore in Colmata: tutti in piazza
"Il 24 saremo davanti al Comune di Chiavari, non è una sfida, ma un invito all’amministrazione e tutta la città"
A Lavagna “Sono tutti cavoli nostri”, la presentazione della vice sindaca Elisa Covacci 
"Abbiamo tanta ricchezza di storia, tradizioni e gastronomia che rappresentano per noi motivo di fierezza e orgoglio da condividere"
La mareggiata flagella Chiavari. Il consigliere Orecchia sposa la causa del Comitato No al Depuratore in Colmata
Intanto l’assessore regionale Giacomo Giampedrone non ritiene di dover rivedere il progetto, rispondendo alle interrogazioni di Luca Garibaldi e Gianni Pastorino
La consigliera Silvia Garibaldi interviene sulle ulteriori criticità che il maltempo ha fatto emergere
“Un depuratore non è un pavimento che si può ricostruire. Chi pagherebbe i danni incalcolabili di un disastro?": le domande che ci si sta facendo sempre di più in città
Davide Grillo: “Piano assunzioni poco chiaro e costi alti nel quadro della spesa pubblica”
L'ex candidato sindaco a Chiavari raccoglie le istanze delle organizzazioni sindacali del comune ed espone le sue riflessioni
La violenta mareggiata a Chiavari aumenta gli interrogativi sulla costruzione del depuratore in colmata
Legambiente interpella vertici e azionisti di Iren sui rischi e sulla oculatezza dei costi per le difese a mare
I volontari della Protezione Civile della Croce Verde di Chiavari impegnati anche in Toscana
A poche ore dall’emergenza sulle nostre coste, hanno proseguito l’attività di sostegno alle persone nelle aree più colpite dalle esondazioni
Chiude la libreria delle Paoline, Chiavari perde un pezzo di storia
Roberta Cassini e Goffredo Feretto a malincuore abbassano la saracinesca dopo 47 anni. “Ci vorrebbe un miracolo per salvarla”
Dall’evento "Sapori e storie verticali" nuovo impulso al progetto per la realizzazione del Parco Fluviale dell’Entella
Si riparte da sei Comuni. I sindaci di Cogorno e Leivi lanciano un accorato appello: “La Regione Liguria ci ascolti”

Altri articoli

Riapertura del Tribunale di Chiavari, l’ex procuratore Francesco Cozzi: “Dico sì al ritorno di alcuni servizi fondamentali sul territorio. La fusione non ha fatto risparmiare nulla”

Cronache da Genova - La Regione Liguria alle prese con il problema della degenza di media durata: si va verso l’accreditamento delle strutture private