Settimanale di attualità, economia e sport, Chiavari, Genova, Liguria
Cerca
Close this search box.

Glocal… no social
Settimanale di attualità, economia e sport

Settimanale di attualità, economia e sport

Giovedì, 18 aprile 2024 - Numero 318

Stato e mercato nella crisi energetica

L'Unione Europea ha scelto di finanziare con il Pnrr un gigantesco piano di investimenti pubblici
L'Unione Europea ha scelto di finanziare con il Pnrr un gigantesco piano di investimenti pubblici
Condividi su

di ANTONIO GOZZI

Negli ultimi 20 anni l’esigenza di ridurre drasticamente le emissioni di CO2 ha orientato tutti i comportamenti e le politiche in campo energetico. Ma oggi, come conseguenza dell’invasione russa in Ucraina, oltre alle preoccupazioni per il climate change, anche la sicurezza degli approvvigionamenti energetici è ritornata al centro dell’attenzione dei policymakers.

Queste due priorità congiunte stanno riconfigurando le pianificazioni energetiche nazionali, i flussi del commercio dell’energia, e le caratteristiche dell’economia globale all’interno della quale le esigenze della sicurezza e quelle strategiche saranno almeno altrettanto importanti che quelle di costo e di decarbonizzazione.

In particolare lo shock che l’Europa sta vivendo, soprattutto con riferimento alla disponibilità di gas e ai prezzi di questo, che sono esplosi negli ultimi mesi e che si trascinano dietro il prezzo dell’energia elettrica, avrà conseguenze future molto importanti con il rischio che nuovi nazionalismi e egoismi dei singoli Stati e un crescente orientamento agli interventi pubblici mettano a repentaglio la faticosa costruzione del mercato unico europeo anche dell’energia.

Assistiamo ad un’enorme difficoltà nell’approntamento di politiche energetiche comuni e la mancanza di iniziativa europea sembra troppo spesso spingere i Paesi membri verso soluzioni individuali che rischiano di creare nuove asimmetrie all’interno dell’Unione, ad esempio riguardo all’efficienza e alla competitività delle industrie dei diversi paesi.

La contraddizione è evidente.

L’Europa negli ultimi anni ha perseguito con durezza e non senza qualche ideologismo politiche comuni contro il cambiamento climatico e per la decarbonizzazione delle economie, politiche ritenute da molti persino eccessive se non inattuabili: si vedano le polemiche sulla cosiddetta ‘tassonomia’ relativa alle tecnologie consentite e a quelle no; o la discussione sugli obiettivi del pacchetto di misure denominate ‘Fit to 55’; le direttive sulla mobilità e sulle auto per l’eliminazione di tutti i motori a scoppio entro il 2035; il cosiddetto Cibam Carbon Border Adjustment Mechanism, che aumenta il costo delle importazioni dai Paesi meno virtuosi dell’UE e così via.

È chiaro a tutti che non è possibile da un lato un eccesso di dirigismo comunitario sulle politiche climatiche e di decarbonizzazione e dall’altro un’incapacità evidente dell’Unione Europea a fare altrettanto sulle politiche energetiche, scaricando tutto sulle spalle più o meno forti degli Stati membri.

E qui si pone un’altra questione molto importante.

È evidente che il ruolo dello Stato in periodi di crisi, o addirittura di guerra come gli attuali, è di enorme importanza. Ma la domanda che ci poniamo è: fino a dove si può spingere il ruolo e l’intervento pubblico in materia di energia e dove invece è bene difendere e salvaguardare il ruolo del mercato faticosamente costruito in questi anni anche sulla base di direttive comunitarie?

La mia opinione è che anche in questo caso a proposito dell’energia e della transizione energetica il grande tema del rapporto tra Stato e mercato vada affrontato senza ideologismi o pregiudizi teorici ma solo sulla base di considerazioni pragmatiche e di efficienza ed efficacia rispetto agli obiettivi.

È opinione diffusa che la crisi odierna metta in evidenza alcune debolezze del mercato che non possono essere mitigate e risolte senza importanti interventi dei Governi. In particolare la tesi di taluni (si veda tra gli altri J. Bordoff e M.L. O’Sullivan, The New Energy Order, How Governments Will Transform Energy Markets, su Foreign Affairs, n.4 luglio/agosto 2022) è che senza il ruolo dello Stato non si riescano a tenere insieme i due obbiettivi della sicurezza energetica da una parte e dell’azzeramento delle emissioni carboniche dall’altro.

Varie sono le situazioni che mostrano le debolezze del mercato e sembrano giustificare la validità dell’assunto di cui sopra.

Il settore privato molto spesso non ha interesse a costruire infrastrutture e altri asset di cui molti Paesi hanno bisogno per assicurarsi la certezza degli approvvigionamenti. I tempi di payback di questi investimenti sono troppo lunghi, o c’è un rischio regolatorio incipiente.

Si veda a questo proposito il caso del North Stream 2, costruito da privati tedeschi, francesi e olandesi, oltreché dalla Gazprom, e poi bloccato per ragioni geopolitiche con immani perdite delle imprese private che vi avevano investito.

Ancora una volta il caso del gas è emblematico. Come sostenere gli ingentissimi investimenti per realizzare o potenziare infrastrutture tipo rigassificatori o pipe-line, di cui si ha un immediato bisogno per ridurre la dipendenza dal gas russo, quando non è chiara la durata del loro utilizzo a causa delle politiche europee contro l’uso degli idrocarburi?

Si ripropongono per questi asset i problemi già visti con la drammatica caduta degli investimenti delle oil-company fatta registrare negli ultimi anni a proposito di nuove ricerche e nuovi pozzi di olio e gas: incertezza di prospettive e di reperimento di mezzi finanziari adeguati.

Solo gli Stati possono farsi carico di questi rischi e maneggiarli senza le drammatiche ripercussioni che si producono sui bilanci aziendali delle imprese private. La ragione per la quale l’Italia non ha deciso di costruire nuovi rigassificatori da aggiungere agli esistenti ma si sta limitando al solo acquisto di navi galleggianti adibite a questa funzione, così riducendo un po’ l’investimento, sta proprio qui. Lo Stato italiano, in qualche modo, sta ragionando come un privato e dovendo investire per migliorare la capacità di approvvigionamento gas del Paese lo fa con la minore spesa e il minor rischio possibili.

In Germania lo Stato si sta facendo carico invece, direttamente, di costruire sei rigassificatori nel Mare del Nord con un investimento di circa 10 miliardi di euro.

I privati lasciati soli molto spesso non se la sentono neanche di realizzare le infrastrutture richieste per la transizione energetica. Tipico il caso della produzione di idrogeno attraverso elettrolizzatori alimentati da energie rinnovabili.

Il costo di queste installazioni è per ora così elevato, sia sul lato dei costi di investimento (capex) che sui costi operativi (opex), che l’Unione Europea ha deciso enormi sussidi e sovvenzioni per sostenere la realizzazione di questi progetti e favorire l’affermarsi dell’idrogeno come vettore energetico totalmente decarbonizzato, così come avvenne, più di venti anni fa, con i ricchissimi incentivi e sussidi attribuiti agli investitori in parchi fotovoltaici ed eolici.

Infine le industrie private, in particolare quelle energivore, le cosiddette hard to abate (quelle che fanno più fatica per la natura intrinseca dei loro processi produttivi ad abbattere le emissioni di CO2), non riescono, se non sostenute dagli Stati, a gestire la trasformazione tecnologica e i connessi investimenti necessari per rientrare nei limiti imposti dall’Europa al 2030 e al 2050. L’acquisto di certificati ETS (quote di CO2) in caso di non abbattimento delle emissioni, tenuto conto del continuo aumento di prezzo degli stessi, sarà sempre meno sostenibile economicamente, fino a diventare incompatibile con l’esistenza stessa delle imprese che non saranno riuscite a decarbonizzare i loro processi produttivi.

Queste dunque le debolezze delle imprese private; di qui la necessità di intervento dello Stato sia in tema di sicurezza degli approvvigionamenti energetici sia in tema di investimenti per la transizione.

Ma quali sono gli ambiti di mercato che pure in un periodo così critico dovrebbero essere protetti e salvaguardati perché rispondenti ad un interesse superiore che è quello dei consumatori?

Questo interesse è certamente quello di evitare la risorgenza di oligopoli e monopoli, spesso con caratteristiche pubbliche o parapubbliche; di disporre di strutture  diffuse e flessibili particolarmente idonee a servire una domanda di energia sempre più attiva e protagonista (prosumer); di avere operatori di mercato capaci di creare condizioni concorrenziali e disponibili ad assumersi i rischi di operazione a medio e lungo termine come sono i PPA (o Power Purchase Agreement, e cioè contratti di vendita di energia rinnovabile a soggetti industriali a prezzo normalmente fisso ed aventi una durata tra i 5 e i 15 anni) che invece organismi pubblici non possono per definizione assumersi.

Il processo di liberalizzazione del mercato dell’energia, dopo i Decreti Bersani dei primi anni 2000, non si è mai completato nel nostro Paese. Esiste ancora una fetta consistente di utilizzatori di energia elettrica che non sono sul mercato ma nella cosiddetta area della ‘maggior tutela’. Di anno in anno si è rinviata la data della completa liberalizzazione consentendo all’incumbent, cioè all’operatore dominante Enel, non solo di servire una quota assai consistente dei clienti sul mercato libero ma anche di quelli della maggior tutela.

L’Enel, contrariamente a quanto avvenuto nel mercato gas, dove Eni ha dovuto rinunciare alla distribuzione e Snam è divenuta una società autonoma e indipendente, realizza una quota consistente dei suoi profitti con le attività di distribuzione che sono remunerate con ricche tariffe pubbliche. Inoltre Enel è posizionata lungo tutti i segmenti della filiera: produzione convenzionale e rinnovabile, distribuzione, retail, trading, mobilità elettrica ecc. con l’acquisizione di un potere dominante che non ha eguali in Europa se si fa eccezione per Edf in Francia, che però è completamente nazionalizzata.

Il tema della posizione dominante non è mai stato seriamente affrontato e sull’argomento anche l’Arera, l’Autorità per l’Energia, in tutti questi anni ha lasciato correre, accanendosi invece contro i grossisti e i trader i quali da che mondo è mondo non determinano il mercato, non sono price maker, ma semmai price taker, (cioè il prezzo non lo fanno, semmai lo subiscono) piuttosto che affrontare seriamente il problema dell’incumbent.

Oggi l’esplosione dei prezzi del gas e dell’energia elettrica e la conseguente esplosione del capitale circolante per servire i propri clienti sta creando enormi difficoltà a tutti gli operatori di mercato, se è vero che la stessa Enel ha recentemente denunciato i contratti a suo tempo firmati con i clienti industriali, dichiarando che non sarà in grado di onorarli a partire dall’1.1.2023.

Si può immaginare cosa sta succedendo in questa situazione agli operatori di mercato piccoli e medi, che rischiano di scomparire per asfissia finanziaria lasciando cosi il terreno totalmente in mano all’incumbent e a pochi altri oligopolisti.

Se non si sostengono finanziariamente gli operatori (con garanzie pubbliche) c’è il rischio che milioni di clienti non più serviti dal mercato finiscano ‘in salvaguardia’ con costi altissimi per la collettività.

Un altro esempio di erronea gestione della crisi e di comportamenti pregiudizialmente ostili agli operatori di mercato si è avuto nella vicenda degli stoccaggi gas.

Quest’anno nei mesi cruciali per il riempimento degli stoccaggi, aprile e maggio, la situazione di mercato con prezzi del gas già molto elevati, ha fatto sì che gli operatori privati, che normalmente realizzano i riempimenti nella stagione primaverile ed estiva contando su un prezzo più alto del gas in inverno, non abbiano operato considerando questa attività troppo rischiosa.

Sarebbe stato sufficiente in quel momento, da parte di Mite e Arera, riconoscere prezzi negativi degli stoccaggi per indurre gli operatori privati a iniettare gas a un prezzo che all’epoca oscillava ancora tra gli 80 e i 100 euro a MWh.

Ma il dirigismo e l’eccesso di intervento pubblico, il pregiudizio nei confronti degli operatori privati che si è manifestato in questo caso rifiutando l’incentivo rappresentato dai prezzi negativi, ha obbligato la Snam a diventare compratore di ultima istanza di gas da mettere negli stoccaggi a prezzi altissimi, con un probabile extracosto per la collettività assai superiore a quello che si sarebbe creato con il riconoscimento di prezzi negativi degli stoccaggi stessi.

La notte energetica non sarà breve e abbiamo davanti a noi un periodo di alti costi dell’energia e di connesse difficoltà delle imprese e delle famiglie. Ma come tutte le nottate anche questa passerà e ci sarà un ritorno a una nuova normalità fatta di prezzi più contenuti e più stabili grazie al contributo delle rinnovabili, degli accumuli, e di produzione termoelettrica decarbonizzata, come centrali a gas con sistemi di cattura di CO2 e nucleare di nuova generazione.

Bisogna lavorare affinché a quel momento il mercato esista ancora con la sua pluralità di soggetti, di funzioni e di regole competitive. Se quel poco che c’è viene distrutto adesso non resterà che un deserto di monopolio e oligopolio con grave danno per famiglie e imprese.

Ultimi video

Santa Margherita Ligure: due liste civiche verso il voto dell'8 e 9 giugno
Intervista ai due candidati alla poltrona di sindaco: Guglielmo Caversazio, lista “Uniti per Santa”, ed Emanuele Cozzio, lista “Cozzio sindaco”
Per il secondo anno ospiti della Virtus Entella, “Mille studenti in Campo”
Assemblea d’Istituto per degli studenti del Liceo Marconi Delpino, con attività educativa all’insegna dell’impegno solidale, ecologico e della battaglia per l’ambiente
Design ante litteram: la sedia leggera di Chiavari dall'Ottocento sino ad oggi
La somma delle storie delle aziende e degli artigiani raccontate in una mostra installazione nell’ex laboratorio Guido e Anna Rocca in via Piacenza 80. Gli organizzatori: "Il rilancio deve passare attraverso il design”
Carasco verso le elezioni amministrative dell'8 e 9 giugno. Intervista ai candidati
Parlano Giustino Minoli, lista “Carasco nel cuore”, e Alfredo Rivara, lista “Progetto per Carasco”, che sfideranno Massimo Casaretto, sindaco uscente e ricandidato
Le intuizioni di Guglielmo Marconi che hanno rivoluzionato il mondo della comunicazione e dell'informazione di massa
“Con il cuore e il pensiero oltre l’orizzonte, Guglielmo Marconi e la nascita della radiotelegrafia”. A 150 anni dalla nascita, alla Società Economica una mostra evento
Prendersi cura di se stessi e dei propri cari con più conoscenze e consapevolezza: ecco come
A Chiavari, alla Società Economica, un incontro promosso dall’Associazione “I Fili”. Esperti professionisti e medici illustrano un corso teorico e pratico sulla gestione e l’assistenza dell'anziano a domicilio
Raccolte ancora 400 firme contro il depuratore in colmata. Ma l’amministrazione gira la testa dall’altra parte e annuncia l’inizio dei lavori
Il Comitato No al depuratore: “Questa opera provocherà a Chiavari una ferita irreparabile che porterà la firma di questi amministratori”
Lungo le Vie dell’ardesia. A Lavagna domenica 7 aprile il IX raduno Lions di auto e moto d’epoca e moderne
Un tracciato panoramico per promuovere le bellezze naturali. Il ricavato sarà destinato all’area inclusiva per i bimbi, realizzata dal comune nel Parco Tigullio
Chiavari: l’ambulatorio Veterinario Levante diventa Clinica, si trasferisce sul mare ed entra in Ca’ Zampa
Il Direttore Sanitario Gualtiero Tanturli: “Passione e cuore perché essere veterinari è un 'lavoro' nobile, favorito da un’evoluzione di tecnologie, strumentazioni e prevenzione”
Lavagna verso le elezioni amministrative - Intervista al candidato sindaco Claudio Lapetina
È a capo della lista "Lavagna Insieme": “Significa insieme per trovare le risposte ai problemi della città. A breve presenteremo l’intera squadra"
Chiavari, il consigliere Nicola Orecchia: "Emergenza abitativa, ancora tante domande senza risposte concrete"
"L’elenco senza fine della graduatoria rappresenta la distanza siderale tra gli alloggi necessari e quelli messi a disposizione dal Comune”
"Bettina Defilla: Poesia nell'arte”: alla Galleria G.F. Grasso a Chiavari le opere dell’artista
Si tratta del primo evento del programma annuale della rassegna “L’Arte in Economica”. Il figlio Andrea Copello: “Ho selezionato le sue ultime produzioni informali”
Cantero, si parte? C’è il progetto donato da Duferco, la Regione finanzierà l’acquisto
L’appello ai chiavaresi di Antonio Gozzi: “Le iniziative devono essere in grado di stare in piedi, non possiamo costruire cattedrali nel deserto”
Gian Alberto Mangiante si ricandida ad amministrare Lavagna. "La mia lista? Di lavagnesi, coesi nell’impegno per Lavagna"
Le dichiarazioni programmatiche del nuovo impegno per la città: “Guardare al futuro con le prerogative ed il rispetto che il territorio chiede”
"Alberto Salietti, pittore” e “Diari Pittorici”. Ravenna/Chiavari e ritorno 1892–1961. Le due città celebrano l’eredità dell’artista
Claudio Castellini, presidente di Tecnica Mista e co-curatore della mostra ravennate, ci racconta le fasi del progetto realizzato in collaborazione con la Società Economica di Chiavari
Tutti contrari al depuratore in colmata a Chiavari. La politica si compatta durante l’incontro pubblico
I consiglieri regionali prendono posizione. Sandro Garibaldi: “Non c’è chiarezza nelle carte". Gianni Pastorino: “Tutti insieme vincoleremo la volontà della Giunta Regionale”
A sei mesi dallo spostamento del capolinea Amt a Chiavari, i servizi ai capolinea e la sicurezza restano un miraggio
Federico Bairo - Rsa Usb di Amt: “Il trasporto pubblico è una risorsa, non un ingombro, ma l’amministrazione lo sposta nelle zone periferiche”
Continua l’ostinato silenzio dell’amministrazione sul degrado della collina di N.S. delle Grazie a Chiavari
Massimo Maugeri di Legambiente: “Il degrado è complice dell’abbandono, ma manca l’impegno, non solo le risorse economiche”
Emanuele Cozzio annuncia la sua candidatura a Sindaco di Santa Margherita Ligure
“Dopo 10 anni di impegno amministrativo, nel prendere questa decisione sento una grande responsabilità. Tradurrò l'esperienza vissuta in una prospettiva evolutiva, rivolta anche al mondo della società civile, con cui ho avuto modo di maturare un forte legame"
Cresce l’attesa per l’incontro pubblico organizzato dal Comitato No al depuratore in colmata
Appuntamento il 9 marzo a Casa Charitas a Chiavari. I dubbi e gli interrogativi dei cittadini al microfono di 'Piazza Levante' sulla scelta che riguarda il futuro
Lavagna, domenica 10 marzo “Giornata internazionale della donna, voci e danze: storie di donne dal mondo”
Un girotondo di interventi e danze, un appello per denunciare gli eventi che hanno riportato indietro le lancette dell’orologio delle conquiste civili delle donne
Alla Società Economica è andata in scena la presentazione del nuovo progetto di ristrutturazione del Teatro Cantero
Premesse e conclusioni dell’intervento di Antonio Gozzi, presidente del Gruppo Duferco. “Un regalo alla città, ai chiavaresi, sapendo che non siamo soli”
No al Depuratore: il 9 marzo al Teatro Charitas incontro pubblico con cittadini e politici
Il presidente del Comitato Andrea Sanguineti: “Trattati come sudditi, chi amministra deve delle risposte. Restano ancora aperti tutti gli interrogativi”
Asl4 costretta dal difensore civico ad anticipare visite ed esami
Nasce lo sportello a tema sanità pubblica e registra la prima, significativa, vittoria per il Comitato Impegno Comune promosso da Davide Grillo: “Un percorso che riduce le liste d’attesa”
A tre mesi dal crollo della soletta dell’asilo infantile a Chiavari, arriva il dissequestro dell’immobile
Parla Alberto Sivori, presidente dell’Associazione Asilo Infantile Della Torre: “Siamo sulla buona strada”
Massimo Maugeri di Legambiente: ”Alcuni sindaci sono soci di Iren"
"La sovrapposizione dei ruoli genera confusione sul tema della depurazione e sui relativi costi”. Prosegue la battaglia contro l'impianto alla Colmata
Chiavari - La difficile storia di Elena, da tre anni sfrattata e invalida dorme in macchina
L’appello al Comune: “Dov’è la casa che mi avete promesso? Sono stanca, non posso più stare per strada”
L’abbraccio dei pazienti al dottor Zampogna che ha condiviso con loro 42 anni
“Un lavoro bellissimo e complicato, che ho desiderato fare fin da bambino. Ho dato tanto, ma ho ricevuto moltissimo”
Cardiologie aperte anche in Asl 4. In campo il reparto di Cardiologia dell’ospedale di Lavagna, diretto dal professor Guido Parodi
Il team lavora sulla prevenzione di fattori di rischio modificabili, per ridurre i ricoveri e rendere i presidi locali più efficienti
Leivi, a dieci anni dall’alluvione riaperta via Gazzo. Il sindaco Centanaro: “Viabilità, fondamentale l’entroterra”
L'assessore regionale alla Difesa del suolo Giampedrone sulla tutela delle risorse idriche e le scelte dei progettisti
Lavagna, bilancio e affidamento in concessione del porto turistico: arroventato consiglio comunale
L’amministrazione opta per il Project Financing. Sarà la Regione a gestire la gara. Il sindaco Gian Alberto Mangiante: “Ho tutelato la città”
Palcoscenico all’aperto per la riapertura del Teatro Cantero di Chiavari
Successo dell’iniziativa dell’Associazione Impegno Comune che ha offerto ai cittadini un fuoriprogramma con musica e frammenti di storia
Al Liceo Artistico Luzzati si concretizza il progetto di un polo della creatività
Sarà orientato all’arte, alla fotografia, al cinema e alla comunicazione multimediale, competenze legate alle professioni del futuro
Pietro Armenante: ”La nostra agricoltura non viaggia sui trattori e neppure con le sovvenzioni"
Il titolare della Azienda Agricola “Tomato de Ma”: ”Chi produce cibo è anche responsabile della nostra salute e di quella dei nostri territori”
Intervista a Sandro Longo sugli aspetti critici della relazione di Iren sul nuovo depuratore di Chiavari
Parla il professore ordinario di Idraulica presso l'Università di Parma, che ha sollevato parecchie osservazioni in maniera documentale rispetto al progetto che fa discutere la città
Roberto Pettinaroli va in pensione e lascia il 'Secolo XIX' dopo 42 anni di carriera
Quindici anni sono stati spesi come responsabile nella redazione del Levante: “Rimarrò sempre un giornalista, un mestiere che, se fatto bene, non fa sconti”
L’asilo Della Torre / Delpino bene storico e patrimonio vitale per la comunità
Nato per volontà dei benefattori chiavaresi, ha svolto la sua opera ininterrottamente per 173 anni, anticipando l’evoluzione dei tempi
A due mesi dal crollo del pavimento, l’Asilo Delpino costretto a rinunciare all’avvio del prossimo anno scolastico
Restano la preoccupazione delle famiglie di trovare nuovi spazi per i bambini e l’amarezza di separarli dalle loro maestre
Il Liceo Marconi Delpino di Chiavari continua a mietere successi sia in campo culturale che sportivo
Intanto si prosegue la strada intrapresa della modernizzazione formativa negli spazi, nei contenuti e nelle modalità
Nasce a Chiavari “Impegno Comune”, associazione culturale e politica
Il fondatore Davide Grillo: ”Intendiamo proseguire con costante impegno l’incontro e il confronto con i cittadini e le istituzioni”
“Fermatevi, o le conseguenze saranno irrimediabili”: l'appello del Comitato No Depuratore
Presentato uno studio commissionato all’Università di Parma dai ricorrenti al Tar che ha portato alla luce numerose criticità nella relazione idraulica fornita da Iren
Gianni Bottino: “Apriamo alla ricerca e alla promozione di un prodotto 100% ligure, il basilico Dop”
Intervista al direttore del Consorzio di tutela del Basilico Genovese Dop: "Lo facciamo anche attraverso l'accordo con l’Unione Cuochi Liguri"
Anoressia e bulimia, Liguria tra regioni più colpite. Il Governo taglia i fondi per le cure
Il dottor Fabrizio Gallo, specialista nella cura dei disturbi alimentari: “Adolescenti i più colpiti”. Il 19 gennaio manifestazione anche a Genova
Asl 4, proroga di due anni per il dg Paolo Petralia, pronto a raccogliere le sfide del futuro
“La sanità di comunità è il vero cambiamento culturale, organizzativo e gestionale dove fare prevenzione”
Il Governo incentiva i pescatori a rottamare le barche, ma è polemica
Augusto Comes di Federcoopesca: “La riduzione della pesca a strascico avrà impatti negativi sull’occupazione e sulla filiera di pescato fresco"
La collina frana, il Santuario delle Grazie a Chiavari è in pericolo
Il parroco: ”Dal 2019 le mie segnalazioni sono state ignorate, l’ordinanza emanata soltanto oggi ci sorprende e ci danneggia, occorre intervenire urgentemente”
Chiavari, Silvia Garibaldi dai banchi dell'opposizione traccia il bilancio dell’attività dell'amministrazione
La consigliera comunale non ha dubbi: “È stato un anno inconcludente, solo annunci, una rappresentazione teatrale senza contenuti”
Italia Nostra: “Scongiurato l’ennesimo assalto alla diligenza Preli”
Così l'associazione commenta la sentenza del Consiglio di Stato che ha respinto anche l’appello intentato dal Comune di Chiavari condannandolo alla soccombenza delle spese
La mostra “Dialoghi informali” alla Galleria G. F. Grasso della Società Economica
Una visita alla collettiva del momento con Claudio Castellini, curatore dell’evento e presidente dell’Associazione Tecnica Mista
Chiavari, alla vigilia dell’ultimo consiglio comunale del 2023 il consigliere Nicola Orecchia pressa sull’autore del cartello diffamatorio
Il rappresentante di una delle liste di opposizione: "Se fosse una persona seria, invece di rimanere anonimo, chiederebbe scusa alla funzionaria diffamata e risarcirebbe il danno”
Nuove regole sull’Osservatorio regionale per la tutela degli animali, associazioni in rivolta contro Regione Liguria
Anna Bruzzone, presidente della LIDA Tigullio: “Stiamo valutando un ricorso al Tribunale amministrativo regionale"
Capodanno 2024, la tendenza: sempre più gente festeggia in piazza
Barbara Possagnolo di Tigullio Wedding & Events: “Dietro ogni evento pubblico ci sono mesi di lavoro e una vera cabina di regia per garantire la sicurezza”
Matteo Bassetti ospite a Chiavari per la conclusione del corso “Ufficio Stampa 2.0” di Wylab
Il direttore della Clinica di Malattie Infettive dell'ospedale San Martino di Genova: “Sono troppe le fonti improvvisate che diffondono fake news”
Smart Lab a Casarza Ligure, presentato il progetto del nuovo hub di innovazione per aziende e scuole
La struttura sarà intitolata a don Nando Negri, il fondatore del Villaggio del Ragazzo: una bella opportunità per tutto il territorio
Il pandolce, una tradizione ligure dalle origini leggendarie. Intervista a Luca Antonini
Parla il patron della Pasticceria Copello di Chiavari, erede di una storia pasticciera lunga duecento anni
A due mesi dallo spostamento del capolinea dei bus a Chiavari non si fermano le polemiche
L’RSA - USB trasporti denuncia: “Troppe criticità, nessuna visione di futuro. Il Comune non ha onorato gli impegni sottoscritti"
Il mitico presepe degli Amici du Brunzin ospitato a Palazzo Franzoni a Lavagna
Da oltre vent’anni raffigura gli abitanti della città. La storia unica di questa Natività continua. E nella sede del Comune si ricrea l’atmosfera del borgo
Anche il chiavarese Luiso Sturla è ospite alla mostra “Dialoghi Informali”
"L’arte è emozione e momenti di vita talvolta difficili da raccontare. La mia pittura è informale, ma con radici figurative ispirate alla natura”
Il Comitato 'No al depuratore in colmata': "Siamo stati ricevuti dal nuovo difensore civico della Liguria Francesco Cozzi, mentre Iren continua a negarsi"
Massimo Maugeri: "Scuola e depuratore sono temi distinti con iter differenti"
Gioco d’azzardo e scommesse, Boitano: "Il pericolo per i giovani è online"
Il titolare di un'agenzia di scommesse: “Lo Stato incassa cifre notevoli e ci sono vent’anni di ritardi nella regolamentazione".
Presentata la trentanovesima edizione del “Lunaio de Ciavai”, dell’Associazione O Castello
Cesare Dotti, curatore della pubblicazione: “Una città affacciata sulle acque attraverso 563 proverbi e oltre 70 fotografie”
Il comitato “No al depuratore in Colmata” è sceso in piazza: raccolta firme e informazione sui rischi
Molto numerosi i residenti che sollecitano una soluzione alternativa al problema. Sanguineti: "Il Comune di Chiavari faccia questa battaglia"
Venerdì 1° dicembre, alle ore 18, alla Società Economica di Chiavari, la presentazione dell’ultimo libro di Getto Viarengo
L’autore dialogherà con il presidente dell’Entella Antonio Gozzi per illustrare il suo "L'albero della cuccagna", edito da Internòs
La Filarmonica di Chiavari presenta il calendario di “Dicembremusica 2023”
Danilo Marchello, direttore artistico: “Un programma ambizioso, si parte con la Sinfonia n.9 di Beethoven, un evento straordinario”
Depuratore a Chiavari il sindaco di Leivi Centanaro ribadisce: "Ancora attuale la mia proposta, valorizza la risorsa idrica ed evita lo scarico a mare”
Intanto, il consigliere regionale Gianni Pastorino di Linea Condivisa chiede un’audizione in Città Metropolitana
Iniziativa pubblica del Comitato No al Depuratore in Colmata: tutti in piazza
"Il 24 saremo davanti al Comune di Chiavari, non è una sfida, ma un invito all’amministrazione e tutta la città"
A Lavagna “Sono tutti cavoli nostri”, la presentazione della vice sindaca Elisa Covacci 
"Abbiamo tanta ricchezza di storia, tradizioni e gastronomia che rappresentano per noi motivo di fierezza e orgoglio da condividere"
La mareggiata flagella Chiavari. Il consigliere Orecchia sposa la causa del Comitato No al Depuratore in Colmata
Intanto l’assessore regionale Giacomo Giampedrone non ritiene di dover rivedere il progetto, rispondendo alle interrogazioni di Luca Garibaldi e Gianni Pastorino
La consigliera Silvia Garibaldi interviene sulle ulteriori criticità che il maltempo ha fatto emergere
“Un depuratore non è un pavimento che si può ricostruire. Chi pagherebbe i danni incalcolabili di un disastro?": le domande che ci si sta facendo sempre di più in città
Davide Grillo: “Piano assunzioni poco chiaro e costi alti nel quadro della spesa pubblica”
L'ex candidato sindaco a Chiavari raccoglie le istanze delle organizzazioni sindacali del comune ed espone le sue riflessioni
La violenta mareggiata a Chiavari aumenta gli interrogativi sulla costruzione del depuratore in colmata
Legambiente interpella vertici e azionisti di Iren sui rischi e sulla oculatezza dei costi per le difese a mare
I volontari della Protezione Civile della Croce Verde di Chiavari impegnati anche in Toscana
A poche ore dall’emergenza sulle nostre coste, hanno proseguito l’attività di sostegno alle persone nelle aree più colpite dalle esondazioni
Chiude la libreria delle Paoline, Chiavari perde un pezzo di storia
Roberta Cassini e Goffredo Feretto a malincuore abbassano la saracinesca dopo 47 anni. “Ci vorrebbe un miracolo per salvarla”
Dall’evento "Sapori e storie verticali" nuovo impulso al progetto per la realizzazione del Parco Fluviale dell’Entella
Si riparte da sei Comuni. I sindaci di Cogorno e Leivi lanciano un accorato appello: “La Regione Liguria ci ascolti”
A un mese dallo spostamento del capolinea bus a Chiavari, le scuole chiedono un incontro al Sindaco
Gli istituti interessati dai cambiamenti: "Vogliamo analizzare le varie criticità. Ci sono conseguenze del traffico sulle ore di lezione"
L'autore Francesco Dario Rossi ci racconta il suo libro “Rileggere oggi Liala”
Un fenomeno da 10 milioni di copie vendute, snobbata dalla critica ma amata dal pubblico. Un Nom de plume, firmato D'Annunzio, diventato leggenda
Gianfranco Saffioti, "Il Meteorologo Ignorante”: "Così ho raggiunto 55.048 follower"
“Dobbiamo cambiare le modalità di comunicazione delle allerte. Al mio Ignotur sempre più persone che chiedono informazioni chiare"
Non c’è pace per chi vive e lavora sulla Piana dell’Entella. Ora anche la tromba d’aria
L'evento atmosferico assai violento abbattutosi su Lavagna ferisce e lascia ovunque i segni del suo passaggio. L'appello dei residenti: “Venite ad aiutarci”
L’ottava edizione di "Sapori & storie verticali" fa tappa anche a Lavagna
“Dai contratti di fiume al parco fluviale", il titolo dell’incontro che vedrà la partecipazione di esperti e sindaci
A Chiavari vietato mugugnare. I creatori del famoso gruppo di Facebook gettano la spugna
Parlano gli amministratori, dopo le querele che sono partite da parte del Comune di Chiavari: "L'aria per noi è diventata pesante"
Italia Nostra sollecita Regione e Soprintendenza al rispetto del vincolo di tutela della Piana dell’Entella
Parla l’avvocato Daniele Rovelli: “Devono essere rispettati i criteri di vera ingegneria naturalistica”
Alla Società Economica di Chiavari un convegno per ricordare il biologo e naturalista Federico Delpino
L'iniziativa organizzata a 190 anni dalla nascita. Una figura fuori dagli schemi. E soprattutto ancora attuale
Chiavari: i cittadini dell’ex capolinea di piazza dell’Orto ringraziano il sindaco per averli liberati dai miasmi
E gli studenti di piazza Nassiriya e i residenti di piazza Roma chi ringrazieranno? Il caso non pare essersi placato
Via al patto anti-inflazione anche nei supermercati Gulliver: “Una scelta in linea con la nostra strategia"
"Mettiamo al centro l’attenzione e la vicinanza alle persone e ai territori che ci ospitano. Un impegno che vorremmo prolungare"
Alla Società Economica di Chiavari la Mostra "I 200 anni della Anatomia Universa di Paolo Mascagni"
Una esposizione che ripercorre i lavori e gli studi del Mascagni e ne analizza i risvolti sulla medicina moderna
Che fine hanno fatto le aule per il Centro provinciale per l’istruzione degli adulti di Chiavari? Lo chiede il consigliere Nicola Orecchia
“Questa Amministrazione va forte solo a parole”
Proprietari e operatori della piana dell’Entella accolgono il vincolo di tutela con moderato ottimismo
“Il disastro è stato fatto, chiediamo che venga ripristinato quello che è stato distrutto, anche se ci vorranno anni”
Due argini due misure? Sul vincolo della Piana dell’Entella interviene Massimo Maugeri di Legambiente
“Una vittoria dei cittadini, che non ferma lo scontro tra istituzioni“
Il segretario della Fimmg, Antonio Zampogna: "Ci sono ancora molte, troppe resistenze a vaccinarsi”
"Si registra una crescita dei contagi Covid. Forse da metà ottobre al via campagna vaccinale e antinfluenzale", annuncia il medico di base chiavarese
Arriva il decreto per salvare la Piana dell'Entella. Mangiante: "Restano ancora alcune problematiche"
Parla il sindaco di Lavagna: "Sulle procedure adottate, la battaglia non è finita. Continuiamo a sbattere contro un muro di gomma allucinante"
La geografa Claudia Vaccarezza: "Ma il vincolo è stato imposto con un netto ritardo"
Parla la precorritrice dell’iter della salvaguardia del sito della Piana dell’Entella: “Invalidati mille anni di storia identitaria e di biodiversità”
Zucchero Amaro, l’intervista alla neo presidente: “Il commercio equo e solidale è un patto tra produttori e consumatori"
Alessandra Governa: “Al centro c'è sempre la sostenibilità del pianeta e delle persone. Ottime le collaborazioni con i produttori locali"
Paola Salmoiraghi, dirigente del Marconi Delpino, al Zueni Festival torna sulla questione del capolinea di piazza Nassiriya
La preside del liceo chiavarese: "Siamo ancora in una fase di verifica e di confronto con l’amministrazione sulla sicurezza degli studenti"
Sabato 23 settembre partirà da Rapallo la marcia aperta a tutti, per dire “Sì al grande Parco Nazionale di Portofino”
Gli organizzatori: “Non esistono alternative al Parco a 7 comuni, è una questione di orgoglio e di dignità”
Si chiude con grande successo la tre giorni del Zueni Festival. Superate le aspettative
Idee, talenti e professionalità “in vetrina” per e con i giovani, per raccogliere le sfide del futuro locale
I sindaci di Leivi e Carasco sullo spostamento del capolinea bus a Chiavari: "È mancato il confronto"
Casaretto e Centanaro: "Ogni Comune è padrone nel suo territorio, ma sulle scelte che coinvolgono il comprensorio, sarebbe necessario confrontarsi”
Giulia Musso porta al Zueni Festival il suo esilarante spettacolo “A ognuno il suo”
L’inno all’ospitalità ligure partito dal panificio Rossetti arriva al Giardino dei Lettori della Società Economica venerdì 15 alle ore 21 (le zanzare sono avvisate)
Al Zueni Festival domenica 17, alle 18, “Chat Gpt vs creatività tradizionale"
La scrittura classica deve temere l’intelligenza artificiale? Nicola Peirano e Adamo Romano a confronto
Si scrive “Zueni” e si legge radici locali, visioni globali, l’energia dei giovani del Tigullio
Al via dal 15 al 17 settembre "Zueni Festival". I giovani della Società Economica di Chiavari invitano a condividere esperienze, idee e progetti
Posticipata al 2 ottobre la rivoluzione dei capolinea bus a Chiavari
Ancora incertezze sui locali tecnici per gli autisti. Nuovo incontro fissato per il 14 settembre

Altri articoli

Salvare l’industria europea è compito anche dei sindacati. Perché l’approccio della Cgil è rivolto al passato

Oggi non è tempo di lotta di classe, ma di un patto del lavoro con al centro la salvezza e il futuro delle fabbriche, realizzato tra i sopravvissuti ai venti sconvolgenti della globalizzazione

Gli estremismi del green deal: la mancanza di coraggio degli industriali europei ha peggiorato la situazione

La politica non è stata capace di visione e di guida e, opportunisticamente, ha pensato di seguire e/o cavalcare l’onda di un ambientalismo populista e estremista che vede nelle imprese il problema invece che la soluzione