Attualità

Attualità, editoriale

Società Economica di Chiavari, l’importanza di ‘aprire’ ai giovani

L’elezione a Presidente della Società Economica di Francesco Bruzzo (già vicepresidente nel corso dell’ultimo mandato) e quella del nuovo Ufficio di Presidenza possono essere lette nel segno della continuità. Una continuità positiva con i quasi quindici anni di gestione Napolitano, durante i quali l’attività del sodalizio, ispirandosi ai suoi 227 anni di storia, si è caratterizzata per un continuo intervento di promozione socioculturale ed economica del territorio.

La Società Economica rappresenta da sempre da sempre un’eccellenza del Tigullio e uno di quei tratti distintivi che fanno di Chiavari un capoluogo. Un’istituzione di concezione straordinariamente moderna, non solo per l’apertura culturale e internazionale che le viene dalle origini illuministiche (la Società nasce il 15 aprile 1791 dall’intuizione del Marchese Rivarola, già ambasciatore della Repubblica di Genova a Parigi e a San Pietroburgo), ma anche per la sua natura privata, totalmente indipendente e giustamente equidistante dalla politica in quanto essa stessa istituzione.
Un Ente che ricorda per certi versi le Fondazioni anglosassoni ma con in più uno spirito risorgimentale e patrio, che è uno dei suoi tratti distintivi.

Spesso non si sa o non si ricorda che il sodalizio, quasi senza oneri per le casse pubbliche (se si fa eccezione per due stipendi a impiegati della biblioteca pagati dal Comune), gestisce e consente l’esistenza e l’apertura della Civica biblioteca e di tre musei (il museo storico del Risorgimento, il museo di Palazzo Ravaschieri, il museo Garaventa) e mantiene aperte le sue strutture, a partire dalla più importante che è la sala Ghio-Schiffini, ad un’enorme attività di incontri, convegni e dibattiti, organizzati in parte dalla Società Economica stessa e in parte da altri sodalizi e associazioni del comprensorio.

Attualità, editoriale

Una festa di libertà e giustizia

‘Piazza Levante’ ha deciso di dedicare un numero speciale al 25 aprile e alla liberazione dal fascismo. 
Lo abbiamo fatto non per partecipare a retoriche commemorazioni rituali, ma perché siamo convinti che la memoria di quei giorni, essendo scomparsi ormai la maggior parte dei protagonisti, vada assolutamente tenuta viva e raccontata alle nuove generazioni. 
Lavoriamo perché di quella memoria, in un momento di sbandamento e confusione come quello attuale, si colgano i tratti salienti e gli insegnamenti principali, cercando di aggiornarli certo, ma soprattutto utilizzandoli per la costruzione del futuro. 
Abbiamo cercato, come al solito, di essere ‘glocal’, occupandoci di grandi temi e grandi questioni ma anche di vicende locali, più antiche e più recenti, cercando di trarne con discernimento un senso comune.
Il primo richiamo è agli ideali di libertà e giustizia che animarono la sollevazione di quei giorni. Aspirazione alla libertà dalla dittatura fascista con i suoi crimini e i suoi assassinii e bisogno di giustizia, in particolare giustizia sociale per ridurre le ineguaglianze economiche e culturali. 
Il ricordo del sacrificio dei fratelli Rosselli, propugnatori dei concetti di giustizia e libertà e dell’affermazione di un socialismo liberale, non marxista, dal volto umano, ci è parso interessante e doveroso non solo per la grandezza dell’intuizione e per la sua modernità, ma anche per i legami che i Rosselli hanno avuto con la Liguria e in qualche modo anche con Chiavari. 
Coniugare giustizia e libertà è, a ben vedere, la sfida epocale dell’occidente e delle società moderne. 
Come garantire la libera espressione delle forze vive della società e dell’economia per la crescita e lo sviluppo continuando a lavorare per l’inclusione dei più e per coinvolgere nella crescita e nel benessere la maggioranza della popolazione, in particolare di quella giovane? 
Come tenere insieme i meriti, con la loro forza propulsiva, e i bisogni che gridano per essere ascoltati? Rileggere le pagine e la storia dei fratelli Rosselli può aiutare a rispondere a queste domande.

1 46 47 48 49 50 51
RECENT COMMENTS
FlICKR GALLERY
THEMEVAN

We are addicted to WordPress development and provide Easy to using & Shine Looking themes selling on ThemeForest.

Tel : (000) 456-7890
Email : mail@CompanyName.com
Address : NO 86 XX ROAD, XCITY, XCOUNTRY.