Home SportCalcio A Sestri Levante va in scena il derby del calcio femminile: entrambe le società vogliono lanciare alla grande il settore

A Sestri Levante va in scena il derby del calcio femminile: entrambe le società vogliono lanciare alla grande il settore

da Alberto Bruzzone

di DANILO SANGUINETI

La questione femminile si continua a porre, almeno a Sestri Levante. In una città che da sei anni è governata con mano sicura da una sindaca che unisce il polso al garbo come Valentina Ghio, c’è una fioritura in rosa anche nello sport che fino a poco tempo fa era il più refrattario al gioco ad armi realmente pari, il football.

L’anno che è passato ha visto il calcio del Tigullio segnare il passo, sia pure in gran parte non per colpe proprie, solo nel settore femminile c’è stato fermento, e non è un caso. Il blocco ai campionati maschili ha lasciato più spazio a chi da tempo lo reclamava, dirigenti e tecnici delle società si sono potuti occupare delle ragazze, tante e in costante aumento, appassionate e determinate a inseguire il pallone che rotola e i loro sogni.

Oggi, a stagione agonistica bene o male avviata, le due società maggiori – il Sestri Levante, che con la prima squadra maschile milita in serie D e ha un settore giovanile in cerca di rilancio, e il RivaSamba che ha i grandi nell’Eccellenza, e un vivaio di consolidata fama – in contemporanea o quasi annunciano la creazione di un team femminile, primo indispensabile tassello per una sezione dedicata, con vivaio e organizzazione propria.

Il RivaSamba lo ha annunciato in grande stile, un progetto sportivo rivolto al territorio e al tessuto sociale che lo pervade. Una Scuola Calcio Femminile per le bambine nate dall’anno 2010 all’anno 2016 compresi. Ed è stata una decisione quasi forzata, come spiegano i massimi dirigenti del club calafato: “La continua richiesta di informazioni ricevute dai genitori per conto delle loro bambine interessate al calcio si è fatta negli ultimi mesi quasi assillante. Ed è per questo che, nonostante il periodo che tutti noi stiamo vivendo, la nostra società ha deciso di compiere un ulteriore sforzo per avvicinarsi sempre più alle famiglie e fornire un contributo volto al gioco e al divertimento dei loro figli, in questo caso delle loro bambine, sempre nel rispetto delle normative e dei protocolli in vigore”.

Uno staff di istruttori e preparatori atletici sarà a disposizione nei due giorni di Open Day che sono stati fissati all’Andersen Stadium sabato 27 febbraio (raduno alle ore 10) e sabato 6 marzo (sempre raduno ore 10). Il responsabile e coordinatore del settore giovanile calafato, David Cesaretti, seguirà in prima persona il progetto: “Una nuova sfida che nasce dalla necessità di dare una risposta seria e concreta alle richieste ricevute da parte delle famiglie e alla voglia di rinnovarsi da parte della nostra società. Vogliamo dare sempre maggior spazio ai più piccoli, in questo caso alle più piccole appassionate di calcio, anche perché il calcio femminile sta prendendo sempre più piede, sia a livello locale, che Nazionale, dove è molto praticato e soprattutto molto seguito”.

Per ulteriori iniziative bisognerà attendere le iscrizioni. “Come detto, inizieremo con una scuola calcio per le nate dal 2010 al 2016 compresi, vedremo il riscontro dei numeri dopo le due giornate di Open Day, punto di partenza e passo importante per iniziare a costruire questa nuova avventura. Poi, in base ai numeri, decideremo lo staff tecnico e gli allenamenti specifici per le bambine, prevedendo comunque sedute congiunte con i maschi. Se ci saranno campionati per queste categorie, iscriveremo le squadre femminili, altrimenti inseriremo le giovani calciatrici nelle rose dei maschi, facendole partecipare alle gare di campionato a loro dedicate. Troveremo sicuramente spazio e modo per farle giocare e soprattutto divertire vestendo il colori calafati per raggiungere il loro grande sogno”.

In contemporanea o quasi sta nascendo la sezione calcio femminile della Unione Sportiva Sestri Levante 1919. C’è già una prima squadra femminile: le Corsarette 2013-2014. Il nuovo team rossoblù è composto da Agnese, Carolina, Ella, Camilla, Carlotta. Spiegano i responsabili del vivaio corsaro: “La nostra società, che appoggia e sostiene le iniziative del settore giovanile (in forte crescita nonostante il periodo Covid), ha deciso di abbracciare il progetto FIGC ‘Valori in rete – Ragazze in gioco’, che è rivolto al binomio calcio-scuola per i ragazzi e le ragazze del nostro territorio. Lo facciamo in collaborazione con la scuola secondaria di Casarza Ligure. Grazie alle famiglie di queste piccole nuove corsare che hanno riposto fiducia in noi e a questo progetto, iniziato nel 2019, che ora vede i suoi primi frutti”.

Il Sestri ha organizzato allenamenti di prova e uno stage per le leve dal 2010 al 2016, nei giorni feriali dalle 17 alle 18,30 allo Stadio Sivori (per informazioni, telefono 393 5637103). Ed è stata chiamata a collaborare alla nascente struttura la giovane Sofia Rizzo, che ha avuto esperienze con Lavagnese (Juniores, serie C e serie B), Rupinaro Sport (società di Eccellenza con la quale ha vinto, da capitano, la Coppa Italia Liguria e la Coppa di Comitato Ligure), Spezia Calcio (serie C) e un secondo posto con la rappresentativa ligure al ‘Torneo delle regioni 2019’. Dopo una settimana di lavoro sono raddoppiate le ragazzine presenti agli allenamenti.

La referente dell’iniziativa e dirigente storica rossoblù Leda: “Una settimana e già siamo raddoppiate. Grazie della fiducia dataci dalle nostre corsare e dalle loro famiglie. Sta nascendo qualcosa di bello: dall’idea alla realtà è stato un attimo”.

Ambedue i club partono con il piede giusto. A questo punto non c’è che sperare che presto le formazioni arancionere e rossoblù si confrontino in campo. Aumentano i derby, non possono che aumentare divertimento e spettacolo.

Ti potrebbe interessare anche