Home Sport Vela, la ripresa è con un fitto calendario: da novembre tocca al Campionato Golfo del Tigullio

Vela, la ripresa è con un fitto calendario: da novembre tocca al Campionato Golfo del Tigullio

da Alberto Bruzzone

di DANILO SANGUINETI

Sono velisti, non pescatori, ma le reti le intessono e le gettano lo stesso i dirigenti di Yacht Club Chiavari della sezione di Chiavari e Lavagna della Lega Navale Italiana perché hanno deciso, nonostante le ovvie difficoltà del momento, di aprire alla grande la stagione invernale – quella più densa di impegni per i sodalizi del settore che operano nel Tigullio orientale– con una raffica di appuntamenti di prestigio.

Nel giro di un solo weekend, quello del 10-11 ottobre, il golfo è stato teatro del Trofeo Caffarena, della Coppa Dallorso e, per non farsi mancare niente, è stato svelato il programma di massima del Campionato Invernale dell’intera zona, che anche quest’anno va in scena con una edizione a pieno regime nonostante tutti i contrattempi del caso.

La LNI sezione di Chiavari Lavagna ha ricevuto l’incarico di ospitare la gara per celebrare il ricordo di Paolo Caffarena, la risposta è stata entusiasmante. La regata annuale è riservata alla Classe Fireball Italia che riunisce dal lontano 1967 gli appassionati di questo spettacolare doppio, timoniere e prodiere, di origine inglese dallo scafo a spigolo con trapezio adatto a confrontarsi soprattutto con il vento fresco.

Il trofeo è dedicato a un maestro della Classe Fireball dove per una vita ha gareggiato e dove per una vita ha insegnato. Metteva tempo e competenza tecnica a disposizione di nuovi appassionati creando generazioni di velisti capaci e motivati.

Il Comitato di Giuria è stato rappresentato da Giorgio Fornaciari, coadiuvato in mare da Enrico Molini e Anna Corradino. La regata è stata assistita dai gommoni e dalla nuova imbarcazione sociale della sezione di Chiavari. Un po’ più travagliato l’iter della Coppa Dallorso organizzata dallo Yacht Club Chiavari. Prevista per sabato 3 e domenica 4 ottobre, è stata spostata al weekend successivo causa allerta meteo. Valida anche come secondo appuntamento del Campionato Vela d’Autunno 2020: la prima prova è già stata disputata il 19-20 settembre con la Coppa Giorgio e Lella Gavino; l’ultima tappa sarà la Regata Sociale Open – Memorial Romano Caselli del 17 ottobre.

È stata disputata per la 52esima volta sul percorso Chiavari/PortoVenere/Chiavari. Considerata una regata costiera tra le più belle della Liguria, sia per i panorami che si possono ammirare durante il percorso, sia per le difficoltà tattiche che il percorso stesso offre. Per questo si tratta di un evento sportivo molto amato, che mette alla prova le capacità tecniche e la strategia di gara utilizzata dai velisti. Inoltre l’evento offre ad armatori ed equipaggi, oltre alla competizione sportiva, la possibilità di fruire delle bellezze del Golfo dei Poeti, del Golfo del Tigullio, della città di Chiavari e in particolare del suo Porto Turistico, che offre ospitalità alle imbarcazioni dei regatanti.

La Coppa Dallorso venne organizzata per la prima volta pochi anni dopo la fondazione dello Yacht Club Chiavari, e precisamente nel 1969, in ricordo del Cavaliere del Lavoro Giovanni Dallorso per volontà del figlio Nicola. Il Trofeo Nicola Dallorso, invece, fu disputato per la prima volta nel 1989 e messo in palio da Giovanni Dallorso in memoria del padre Nicola.

Anche quest’anno, come accade da sempre, la regata ha visto al via numerosissime imbarcazioni dagli 8 ai 20 metri, provenienti dai circoli velici e nautici più prestigiosi di tutta Italia. In tutto quaranta imbarcazioni, e il numero dei partecipanti non era così scontato vista la situazione sanitaria verificatasi quest’anno, che tra l’altro ha causato lo slittamento di tutti i più importanti eventi velici di primavera proprio nei mesi di settembre e ottobre, generando un ‘affollamento’ nel calendario delle regate di questo periodo.

La Coppa Dallorso si svolge in due prove di 28 miglia ciascuna (l’andata Chiavari/PortoVenere al sabato e il ritorno PortoVenere/Chiavari alla domenica).

Prima imbarcazione ad arrivare in tempo reale a PortoVenere è stata Atalanta II, il Farr 70 di Carlo Puri Negri, che ha ricoperto le 28 miglia di percorso in 4 ore, 36 minuti e 35 secondi. Mare agitato e vento sui 8-10 nodi, nel ritorno a Chiavari il giorno dopo piovaschi vari, mare poco mosso e vento da Nord, in partenza sui 12 nodi, poi in aumento, fino a toccare in certi momenti anche punte di 25 nodi.

Grazie a questo ventone tutti i record di percorso sono stati battuti: le barche hanno tirato fuori i cavalli, tanto che di nuovo Atalanta II in sole due ore e trentanove minuti ha coperto il percorso di ritorno PortoVenere/Chiavari, battendo di nove minuti il record precedente, ottenuto nel 1999 da Gesar, Solaris 62’ di Luigi Greco.

In Classe ORC si è aggiudicata invece la vittoria e la Coppa Challenge Dallorso l’imbarcazione Capitani Coraggiosi 3, X-41di Federico Felcini e Guido Santoro, soci dello Yacht Club Chiavari, con a bordo nella regata di andata Chiavari/PortoVenere il sindaco Marco Di Capua.

Adesso tocca al Campionato Invernale Golfo del Tigullio pronto a tagliare il traguardo della quarantacinquesima edizione. Appuntamento dal 7 novembre al 7 febbraio con 6 weekend di confronti a cura del Comitato Circoli Velici del Tigullio composto da Circolo Nautico Lavagna, Circolo Nautico Rapallo, Circolo Velico Santa Margherita Ligure, Lega Navale sezione di Chiavari-Lavagna, Lega Navale sezione di Rapallo, Lega Navale sezione di Santa Margherita Ligure, Lega Navale sezione di Sestri Levante, Yacht Club Italiano e Yacht Club Sestri Levante.

Prima (7/8 novembre e 21/22 novembre) e terza (23/24 gennaio, 6/7 febbraio) manche a Lavagna, seconda manche (5/6 dicembre e 9/10 gennaio) nel Golfo Marconi (Portofino, Santa Margherita Ligure, Rapallo).

La volontà e la costanza ci sono, il coraggio di andare contro l’emergenza pure, manca solo il vento, quello solo il cielo lo può fornire agli indomiti organizzatori.

Ti potrebbe interessare anche