Home Attualità Il Teatro di Cicagna va in doppia cifra: sabato parte la decima stagione teatrale. In programma quindici spettacoli

Il Teatro di Cicagna va in doppia cifra: sabato parte la decima stagione teatrale. In programma quindici spettacoli

da Alberto Bruzzone

di ALBERTO BRUZZONE

Entrare in cifra doppia è già un record di per sé. Entrare in cifra doppia nell’anno di una pandemia e con tutti i paletti che sono stati messi è molto più di un miracolo. Ma è proprio vero che quando ci sono l’entusiasmo e la passione, allora si supera tutto.

Una delle testimonianze più evidenti ce la dà in questo periodo il Teatro di Cicagna che, nei giorni scorsi, ha presentato la sua decima stagione consecutiva nella sala della Fontanabuona, quella che, dopo la chiusura del Cantero di Chiavari, rappresenta l’unico punto di riferimento per le rappresentazioni dal vivo in tutto il territorio del Tigullio e del suo entroterra.

Correva l’anno 2011 quando Mediaquality, l’associazione genovese che organizza eventi, spettacoli, corsi e conferenze accoglieva la magnifica sfida di aprire un teatro, il teatro della Val Fontanabuona, nella frazione di Monleone. Il Comune di Cicagna, proprietario dell’immobile, decideva, tramite l’associazione, di realizzare una vera e propria stagione che comprendesse un ampio ventaglio di proposte culturali, dai concerti al teatro di prosa, dal dialettale al teatro dei ragazzi.

Da allora, questa è la decima stagione del Teatro Comunale di Cicagna, un luogo dove, grazie alla perseveranza dell’associazione Mediaquality, si è raccolta una comunità di persone – artisti, spettatori, studenti, allievi – che hanno voluto e saputo dialogare tra loro e dare vita a uno spazio che è dell’intera vallata e di tutti coloro che vogliono dare e ricevere emozioni.

Sergio Giunta ed Enza Nalbone, rispettivamente direttore e direttrice artistica del teatro, ricordano: “Nelle passate nove stagioni sono stati programmati 222 spettacoli per adulti e ragazzi e 50 spettacoli per le scuole con oltre 15.000 presenze: un traguardo ma sempre punto di partenza da condividere con chi ha saputo apprezzare in questi anni la nostra offerta culturale, contribuendo a farla crescere fino ad oggi. È eccitante mostrare i dati dell’affluenza, ma ciò che più conta è aver offerto stimoli e fatto muovere idee, progetti e anche molti sogni. Il periodo storico che stiamo attraversando richiede le energie migliori di tutti e quindi iniziamo la nostra decima stagione ringraziando tutti gli artisti che sempre si propongono con passione ed esortando il pubblico a venire a teatro. La decima stagione del Teatro Comunale di Cicagna è, forse, la stagione più complicata e inconsueta tra quelle organizzate fino ad oggi, ma sicuramente, nonostante l’altissimo livello di attenzione e impegno richiesti, risulterà la stagione con grandi momenti di emozioni condivise, anche se a distanza”.

IL CALENDARIO
Tutto avverrà nella massima sicurezza, poiché saranno adottate le procedure necessarie a tutelare la salute, senza rinunciare all’accoglienza che il pubblico è abituato a trovare da queste parti. Si comincia proprio sabato prossimo, 17 ottobre, e si andrà avanti sino al 17 aprile del 2021, per un totale di quindici appuntamenti.

“Vogliamo ricominciare – dicono gli organizzatori – proprio da dove, lo scorso febbraio, avevamo lasciato a causa dell’emergenza Covid 19, ovvero con il primo spettacolo che aveva subito l’annullamento a seguito dell’emanazione del lockdown: perciò apre il cartellone 2020/2021 ‘Hollywood Follies’. La danza calca il palcoscenico di Cicagna sabato alle 21 con Offbeat – Tap Dance Group di Genova che, grazie alle coreografie di Romina Uguzzoni, campionessa mondiale di Tap Dance, e la partecipazione di Giulia Gragnani, l’altra genovese vincitrice del campionato del mondo di tap dance, offre uno spettacolo di magia ritmica che, attraverso le melodie dei più famosi musical, spazia tra Hollywood e Broadwayin un viaggio esilarante a passo di tip tap, l’antica arte tra danza e percussione che continua ad affascinare generazione dopo generazione”.

Segue domenica 25 ottobre, alle 16, il dialettale con la Compagnia La Pozzanghera di Genova con ‘Volevamo essere un trallalero’, testo e regia curati da Lidia Giannuzzi. Un regista, per festeggiare degnamente i 30 anni della compagnia teatrale dialettale che dirige, propone ai componenti del gruppo di provare a partecipare alle selezioni di ‘Italia’s Got Talent’. Una formula nuova per uno spettacolo in genovese che abbina musica e teatro, parole e note, tradizione e innovazione, genovese ed italiano.

Sabato 31 ottobre, alle 21, ecco la prosa con la Compagnia I Mancini del Quarto, nuova ma formata da attori di esperienza, e che nasce dallo stretto legame personale di Marco Zanutto, che ha al suo attivo anni di lavoro con nomi come Jurij Ferrini o Antonio Zavatteri, con Eleonora Bombino e Massimo e Maurizio Novelli, poi consolidato e sviluppato anche in senso professionale. Il gruppo porta in scena ‘A volte capita’, scritto da Eleonora Bombino e diretto da Zanutto, il primo lavoro della Compagnia.

Arriva sabato 14 novembre, alle 21, Emanuela Rolla (nella foto in basso), regista, performer e acting coach, diplomata alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova, che lavora e crea su palchi nazionali e internazionali da circa 24 anni, con lo spettacolo ‘Vininprosa’, degustazione teatrale di vini, di Luca Maschi e Emanuela Rolla che ne curano anche la regia. L’unione tra uomo e natura si completa grazie all’arte e al gusto, attraverso uno spettacolo sempre diverso e organico, così come natura crea.

Per il dialettale, domenica 29 novembre, alle 16, torna a Cicagna, dopo lo strepitoso successo ottenuto nelle passate stagioni, l’applauditissima Compagnia teatrale di Carasco Quelli de ‘na votta con ‘Ònèsti se nàsce fùrbi se diventa’, commedia brillante in due atti di Loredana Cont con la regia di Ivo Pattaro.

Sabato 5 dicembre, alle 21, ecco un appuntamento molto atteso, messo in scena dal Teatro delle Formiche, l’associazione che per i nove anni precedenti ha sempre curato il progetto del Teatro per le Scuole e che quest’anno, a causa delle misure anti Covid che non prevedono uscite per gli alunni delle scuole, non potrà programmare: in scena lo spettacolo Grinch e il dono di Babbo Natale’, da un’idea di Giulio Ceccarelli, drammaturgia e regia di Fiona Dovo. Elemento fondamentale della compagnia è l’uso della drammaturgia contemporanea, perciò anche questo spettacolo, molto divertente per grandi e piccini, tenta di esplorare nuove forme di linguaggio.

Marco Rinaldi, uno dei due Soggetti Smarriti, uno dei fondatori del format cult Bruciabaracche che da oltre sei anni attrae migliaia di spettatori ad ogni serata, arriva al Teatro Comunale di Cicagna domenica 13 dicembre alle 16 con il suo ‘Eroi superbi’, dove, parlando in dialetto genovese veste i panni dei più grandi personaggi della storia del capoluogo ligure. Da Guglielmo Embriaco a Cristoforo Colombo a Niccolò Paganini, sono solo alcuni degli eroi genovesi che sveleranno curiosità e aneddoti che li riguardano. Con la supervisione a cura di Franco Bampi.

Come consuetudine, il dialettale apre il nuovo anno mercoledì 6 gennaio 2021, alle 16, con la Compagnia I Villezzanti di Genova che porta in scena la commedia brillante di Enzo La Rosa, ‘Colpi di timone’, con la regia di Anna Nicora. Rappresentata per la prima volta a Sanremo, la commedia diventa un film nel 1942, il debutto cinematografico di Gilberto Govi con la regia di Gennaro Righelli.

Sabato 16 gennaio, alle 21, grande ritorno, dopo il sold out di ‘Come fai, fai bene!’, direttamente dal Bruciabaracche Freedom Live Show, del fenomeno genovese degli ultimi anni: ecco l’ultimo spettacolo del comico genovese Enzo Paci, noto al pubblico del piccolo schermo per il personaggio di Mattia Passadore che ha spopolato a ‘Colorado’. In scena ‘I soliti mostri’, scritto da Paci e Monforte. Lo spettacolo si avvale anche della preziosa partecipazione di Romina Uguzzoni, cantante jazz e ballerina di tip tap che dona allo show un tocco di magiche atmosfere.

La giovane e talentuosa Compagnia Sinistra di Lavagna sabato 6 febbraio alle 21, con un testo originale scritto e diretto da Federico Luciani, porta in scena ‘Spawn Point – Ricominciare da zero’, uno spettacolo particolarmente intriso di atmosfere al limite del surreale, ma che allo stesso tempo restano profondamente radicate su importanti temi del nostro tempo e addirittura della nostra quotidianità.

Dopo il successo ottenuto le scorse stagioni con diversi divertenti spettacoli, torna sabato 20 febbraio, alle 21, la Compagnia dell’albicocca con ‘L’ispettore Drake e il delitto perfetodi David Tristram, risate assicurate per una commedia noir dalla comicità surreale con la regia Paolo Pignero.

Ancora il dialettale con la Nuova Compagnia dell’Allegria APS del Teatro Rina e Gilberto Govi domenica 14 marzo alle 16, che calca il palcoscenico con una commedia sull’ipocrisia umana, scritta da Ugo Palmerini e resa magistralmente da Gilberto Govi: ‘Quello Bonanima’, con la regia di Gilberto Lanzarotti.

Sabato 20 marzo, alle 21, torna lo spettacolo tragicomico ‘Ragazza seria conoscerebbe uomo solo max 70enne’ di e con Carla Carucci che si ispira a Buster Keaton e utilizza le tecniche del clown teatrale e dell’object trouvèe inciampando in una comicità d’altri tempi, per la regia di Ian Algie e Carla Carucci, vincitore de la Vela D’Ora 2011 per il Concorso Italia Teatro. È la storia di Rosi, alla disperata ricerca di qualcuno da amare. Da cinque anni tenta di incontrare l’amore, ma con scarsi risultati.

La Compagnia TeatralNervi di Genova, domenica 11 aprile alle 16, porta ancora il dialettale a Cicagna con una commedia brillante in lingua zeneize scritta a quattro mani da Antonella Risso e Carlo Oneto, ‘Na chèuga e meza’ con la regia di Carlo Oneto. Un concentrato di ipocrisie e scambi di coppie, una giostra della risata in continuo movimento, fatta di sorprese, colpi di scena e capovolgimenti di fronte. Insomma, una risata che dura due ore.

Chiude la stagione del Teatro Comunale di Cicagna, sabato 17 aprile alle 21, la giovane drammaturga, regista e attrice milanese Elisa Bottiglieri, vincitrice nel 2013 della rassegna ‘Intransito’, il concorso nazionale che premia i giovani artisti under 35, che porta in scena il suo ultimo lavoro ‘Amore di chi?’, spettacolo prodotto con la collaborazione e le residenze de La Corte Ospitale di Rubiera e di Artisti 7607. Uno stabilimento balneare dove viene trovato un bambino. Ma non è di nessuno, non si sa da dove provenga né di chi sia. Si alternano diversi personaggi, donne per lo più, ognuna si relaziona con lui nella sua maniera, raccontando modi diversi, privati e insieme pubblici, di cosa possa essere questo prendersi cura.

GLI EVENTI COLLATERALI
‘Le mattine del Teatro di Cicagna’, con la programmazione degli spettacoli per le scuole a cura del Teatro delle Formiche, fondato nel 2005 da Fiona Dovo, autrice e attrice pluripremiata, formatasi presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, è attualmente sospesa.

‘I pomeriggi del Teatro di Cicagna’ con i Laboratori teatrali, corsi di recitazione per ragazzi e adulti. Un percorso teatrale, un valido strumento per migliorare la comunicazione, impiegando i più svariati linguaggi: verbale, corporeo, mimico-gestuale. Un modo per imparare e arricchire il proprio sapere, divertendosi. I laboratori sono tenuti da Federico Luciani.

Sono aperte le iscrizioni, per informazioni telefonare ai numeri 349 0960750 e/o 347 3139897 o scrivere una mail a info@teatrodicicagna.it.

LE LINEE GUIDA ANTI COVID-19
In ottemperanza alle misure di prevenzione dalla diffusione del contagio da Covid-19 imposte dagli organi governativi e regionali, si garantisce il rispetto dei protocolli in relazione al controllo dell’accesso e del distanziamento dei cittadini.

La platea e tutti gli spazi comuni con particolare attenzione alle superfici toccate con maggiore frequenza, verranno sanificati in occasione di ogni spettacolo.

È predisposta una adeguata informazione sulle misure di prevenzione.

Gli spazi sono riorganizzati per garantire l’accesso e l’uscita in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti. I componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi non sono soggetti al distanziamento interpersonale. Detto aspetto afferisce alla responsabilità individuale.

L’accesso al Teatro è consentito previa rilevazione della temperatura corporea pubblica e, se superiore ai 37,5, non sarà consentito l’accesso e la permanenza. Successivamente l’accesso alla sala è consentito previa prenotazione. È favorito l’acquisto dei biglietti tramite sistema di biglietteria online. L’elenco delle presenze viene mantenuto per un periodo di 14 giorni.

Sono a disposizione, per tutti, prodotti per l’igiene delle mani in più punti della struttura, in particolare nei punti di ingresso. Tutti gli spettatori devono usare il gel igienizzante per le mani prima di accedere ai servizi igienici e dopo l’uso di questi.

I posti a sedere prevedono una delimitazione a scacchiera con una seduta e un distanziamento minimo, tra uno spettatore e l’altro, frontalmente e lateralmente, di almeno 1 metro.

Il personale del Teatro utilizza idonei dispositivi di protezione delle vie aeree negli spazi condivisi e/o a contatto con il pubblico.

Tutti gli spettatori devono indossare la mascherina a coprire bocca e naso. Tale obbligo vige dall’ingresso in Teatro fino al raggiungimento del posto e comunque ogni qualvolta ci si allontani dallo stesso, incluso il momento del deflusso.

Non è consentito il consumo di cibo e bevande nel foyer e durante lo svolgimento dello spettacolo.

INFORMAZIONI
Orario inizio spettacoli: sabato ore 21.00, domenica e festivi ore 16.00.

Orario biglietteria: la biglietteria del Teatro Comunale di Cicagna è aperta nei giorni di spettacolo serale dalle ore 18.00 e nei giorni di spettacolo pomeridiano dalle ore 13.30. Telefono biglietteria: 0185 1908295349 0960750.

Prenotazioni/ Basta un SMS: informazioni e prenotazioni ai numeri 0185 1908295 – 349 0960750. È possibile prenotare con un SMS o Messaggio WhatsApp al numero 349 0960750 indicando data dello spettacolo, proprio nome e cognome, numero di posti e numero telefonico della persona referente del gruppo. Riceverete un SMS risposta di avvenuta prenotazione. I biglietti prenotati vanno ritirati entro 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo.

Abbonamenti – Card: gli abbonamenti danno diritto ad un prezzo di favore rispetto al biglietto standard ma non danno diritto al posto fisso.

Abbonamento libero per 5 spettacoli a scelta: Intero € 45,00 (€ 9,00 a spettacolo); Ridotto € 40,00 o (€ 8,00 a spettacolo). Gli abbonamenti non sono nominali e possono essere utilizzati da più persone anche per lo stesso spettacolo.

Prezzi biglietti:
Enzo PaciI soliti mostri – € 14,00 (ridotto 12,00)
Marco RinaldiEroi Superbi – € 12,00 (ridotto 10,00)
Teatro delle FormicheGrinch e il dono di Babbo Natale – € 8,00 (posto unico)
Gli altri spettacoli, compresa la rassegna dialettale, € 10,00 (ridotto 8,00)

Riduzioni:
Hanno diritto alla riduzione gli spettatori previa esibizione documento che attesti il diritto sotto i 18 anni, sopra i 65 anni, studenti universitari, gruppi di 10 o più, soci Coop (solo per abbonamento), abbonati al circuito GenovaTeatro.

Prevendita:
Gattorna – Beauty Center Profumeria – Via del Commercio 36 E/D – 349 7166953.
Chiavari – Sol Diesis Strumenti musicali – Piazza Fenice 6 – Tel. 0185 312259.
Diritto di prevendita € 1,00
Online su www.happyticket.it

Dove siamo:
Il Teatro si trova lungo la Provinciale (SP225) della Val Fontanabuona. L’indirizzo esatto è Via G. Gualberto 1 – Monleone di Cicagna –  Tel 0185 1908295.

Ti potrebbe interessare anche