Home SportGinnastica Ginnastica Riboli, grande ripartenza dopo il lockdown: nuova sede e ottimi successi in pedana

Ginnastica Riboli, grande ripartenza dopo il lockdown: nuova sede e ottimi successi in pedana

da Alberto Bruzzone

di DANILO SANGUINETI

Che bello parlare di classifiche, di risultati, di competizioni, punteggio, battaglie tra gli attrezzi! Il segnale più importante che un voluto e non forzato ritorno all’agonismo è possibile, che si recupera se non la normalità almeno il fare attività sportiva in condizioni accettabili.

La Ginnastica Riboli ha il merito di essere stata tra le prime società a organizzarsi, a piantare un chiodo nella roccia che porta dai bassifondi del lockdown della scorsa primavera alla vetta del fluire sereno e senza più vincoli dell’attività sportiva. Una vetta ancora molto distante, a giudicare da queste confuse e preoccupate settimane, ma che dovrà e sarà raggiunta prima o poi. Intanto la Ginnastica Riboli ha mandato un segnale, al suo chiodo nella roccia altri sodalizi potranno appendersi e spiccare un balzo. La Riboli ha doppiato il successo, aggiungendo ad una organizzazione impeccabile la conquista due settimane fa del titolo regionale a squadre di ginnastica ritmica, ottenuto partendo da presupposti che definire difficili è un eufemismo. Oltre alle restrizioni dovute ai protocolli indispensabili per mantenere la salute di tutti, soprattutto delle atlete coinvolte, c’era la penuria di strutture che a Lavagna è passata in breve tempo da preoccupante a drammatica.

La Ginnastica Riboli ha preso di petto la questione, ed ha capovolto i termini. Invece di piangere miseria ha attivato i suoi contatti, ha trovato connessioni, ha domandato e offerto collaborazione. E non da ieri, ma muovendosi sin dai tempi della riapertura, ossia maggio. I due siti di Lavagna erano di pertinenza scolastica, il sito di Carasco doveva essere suddiviso con tante altre realtà sportive, dunque ci si è orientati sull’impianto sportivo San Martino di Cogorno che nelle passate stagioni aveva già ospitato i corsi di base e di ritmica del club. La Riboli non solo ha ritrovato una casa per le sue stelline, ha garantito anche una sede per la disputa dei campionati regionali. Non contenta, li ha organizzati, portati a termine senza intoppi, gestendo la partecipazione di un centinaio di partecipanti senza che ci fossero affollamenti e si verificassero situazioni potenzialmente pericolose, li ha pure virtualizzati, proponendo una diretta Instagram per genitori e amici delle atlete che ha ‘spaccato’, come dicono quelli della generazione Y (ossia gli amici e le stesse competitor).

Ad aggiungere il tocco da maestro in un quadro d’autore ci hanno pensato le ragazze, che hanno pure dominato in pedana. Nella sezione Insieme Gold, categoria Allieve, Cecilia, Corinna, Alice, Tailon, Arianna, capitanate da Veronica, si sono classificate al primo posto. E con le allenatrici che invece che dir loro brave, le hanno pungolate: “È stata un’esecuzione sicuramente perfettibile. Comunque le ragazze sono cariche e con tanta voglia di migliorarsi in vista del prossimo importantissimo appuntamento a fine del mese in corso”. Per i falli commessi nell’esercizio ci sono delle giustificazioni: “Le ragazze erano emozionatissime, tornare in pedana dopo 7 mesi non è stato semplice, ma la voglia di mostrare il lavoro affrontato in questi mesi estivi era tanta! Come tanto sarà il lavoro da fare in vista dei tricolori che si terranno il prossimo 31 ottobre a Folgaria in Trentino”.

Tappa di avvicinamento sarà il Campionato di Specialità ZT1 a Biella nel weekend del 17-18 ottobre. È possibile che venga ripetuto l’esperimento della diretta via Instagram che serve non solo a dare un resoconto a parenti e amici, ma anche a far sentire meno ‘isolate’ le piccole atlete. Un’idea che potrebbe rivelarsi vincente sul lungo periodo. Come diceva il saggio cinese, ogni passo conta, anche in un cammino lungo mille chilometri.

Ti potrebbe interessare anche