Home Sport Il prodigio del Csi – Comitato di Chiavari: duemila tesseramenti in più nell’anno più difficile

Il prodigio del Csi – Comitato di Chiavari: duemila tesseramenti in più nell’anno più difficile

da Alberto Bruzzone

di DANILO SANGUINETI

CSI, un prodigio di associazione. La risposta del CSI comitato distrettuale di Chiavari è tra lo stupefacente e il commovente. Una risposta che non è scritta nel vento, sta invece nel senso del CSI per lo sport.

Lo spettacoloso aumento di scritti registrato nell’ultimo anno (+ 2000!) è la replica più efficace alle preoccupazioni scatenate dalla grande gelata primaverile. La bufera Covid si è infranta contro gli scudi alzati dall’associazione presieduta da Cristiano Simonetti. Una risposta che è stata efficace e che sottolinea come nel nostro paese fanno di più e meglio coloro che invece di piangersi addosso  decidono di reagire, lasciando proteste, recriminazioni e lamenti a quelli che parlano, appunto, al vento.

I dati invece sono solidi come le rocce, ti fotografano la situazione e ti dicono a che punto è la notte. “La nottata deve passare – cita Eduardo il presidente Simonetti – E i riscontri che stiamo avendo ci confortano in questo senso. Il mese scorso abbiamo tirato le somme sui tesseramenti 2020: con orgoglio abbiamo chiuso a quota 8511, duemila in più rispetto all’anno precedente. A volte i numeri non sono importanti, in questo caso, però, credo che contino e molto perché atleti, dirigenti ed accompagnatori sono il motore delle società, senza di loro le attività, i giochi e le iniziative semplicemente non ci sarebbero. Grazie a questi numeri possiamo continuare a percorrere la strada che abbiamo tracciato in questi ultimi anni e programmare nuovi appuntamenti per la stagione che sta iniziando, Covid permettendo, purtroppo”.

La riunione riassuntiva del consiglio direttivo del CSI Chiavari ha fatto un riassunto dettagliato di 12 mesi decisamente insoliti eppure fortunati. “Siamo riusciti a iniziare e portare a termine il Torneo di Calcio dei Sestieri Lavagna, il torneo di calcio Sport&Go, il torneo di calcio Junior Tim Cup, un torneo di Beach Volley, la Festa dello Sport, la Festa di Natale, quella di Carnevale, un corso per dirigenti e allenatori, l’evento Campioni nella vita, il campo estivo nei comuni di Cicagna e Orero, il progetto Safe Sport nella piscina di Cicagna”.

Proprio quest’ultima impresa, prendere la gestione di una struttura decentrata, una specie di oasi nel deserto (dal punto di vista dell’impiantistica) della Val Fontanabuona è stato per il dirigente ciessino l’idea vincente. “È indubbio che lì siamo andati a seminare su un terreno fertile, lasciato incolto per tanti, troppi anni”.

Il boom di tesseramenti non è un alloro sul quale Simonetti intende adagiarsi. “In questo momento, con le problematiche e le incertezze che la pandemia ha portato con sé e che sembrano destinate, purtroppo, ad accompagnarci per un bel po’ bisogna raddoppiare l’impegno. Il primo importante evento promozionale è alle porte. Domenica 4 ottobre si terrà nelle vie e nelle piazze di Chiavari ‘Sport in Centro’, la festa dello sport che avevamo previsto per fine settembre e che è stata rinviata causa allerta meteo. Un momento importante per la promozione e la divulgazione delle attività sportive del nostro territorio con le nostre società affiliate quasi tutte presenti”.

A seguire le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo. “C’è da formare la squadra che nei prossimi mesi affronterà sfide impegnative. Il Comitato di Chiavari ha negli anni e in particolare modo in questa emergenza serrato le file e grazie alla sua consolidata politica – un modo che definirei migliore di praticare lo sport, sostanziato dallo stare bene insieme, dal sentirsi parte di un gruppo – è pronto a progredire ancora. Non è chiaro chi-stimoli-chi, come nel vecchio gioco della scossa, siamo tutti legati in questa sorte di vortice che produce risultati importanti…”.

Il presidente ci tiene a essere uno tra tanti, una piccola particella nella Macchia Blu (dal colore delle polo o delle felpe del Csi) che occupa in questo momento il centro del ring nello sport tigullino.

Ti potrebbe interessare anche