Home Archivi
Archivi Mensili

Gennaio 2020

(r.p.l.) ‘Question time’ in Consiglio Comunale a Chiavari, terza e ultima puntata. Dopo aver lanciato la proposta come ‘Piazza Levante’ due numeri fa, ed aver raccolto l’adesione di tutti i consiglieri…

0 commento
FacebookTwitterLinkedinWhatsappTelegramEmail

Up. Salire, guardare verso l’alto, aspirare a traguardi più importanti, non restare in contemplazione del proprio ombelico. Un’aspirazione e una carica motivazionale che sono alla base dell’idea promettente dei ‘Gechi…

0 commento
FacebookTwitterLinkedinWhatsappTelegramEmail

di ALBERTO BRUZZONE Definirlo semplicemente fotografo sarebbe non solo riduttivo, ma anche estremamente ingeneroso. Perché Mario Cresci è un talento che la fotografia l’ha reinventata, elevandola al rango di arte visuale…

0 commento
FacebookTwitterLinkedinWhatsappTelegramEmail

Giovedì prossimo, 6 febbraio, presso Wylab, ‘Piazza Levante’ riprende il ciclo ‘Incontri con i protagonisti’ con un’intervista pubblica a Carlo Calenda, già ministro dello Sviluppo Economico nei governi Renzi e Gentiloni e oggi deputato europeo. 

Calenda ben rappresenta, a nostro giudizio, il tipo di politico di cui il Paese ha estremo bisogno, e la sua esperienza di governo ben lo dimostra: competente, appassionato, dotato di una lucida visione non solo sui problemi dell’Italia ma su quelli del mondo. 

È convinto, da liberale, che gli eccessi del liberalismo diventato ideologia abbiano fatto sì che i processi di globalizzazione e i loro effetti benefici su miliardi di persone nel mondo siano stati duramente pagati dalle classi medie e basse dell’Occidente. 

È convinto che il presidio dei confini sia elemento costitutivo dello Stato e non possa essere abbandonato alla propaganda sovranista nel nome di un generico altruismo. 

Ritiene che le classi dirigenti occidentali e quelle europee in particolare negli ultimi 20 anni: 

abbiano fatto finta di non vedere i vantaggi sistematici accordati ad economie non di mercato (in particolare, ma non solo, alla Cina) e i comportamenti commerciali scorretti quali il dumping sociale ed ambientale proveniente da molte nazioni; 
abbiano consentito la nascita di monopoli digitali che operano al di fuori di ogni norma e controllo, con particolare riferimento al diritto della concorrenza e alla privacy; 

0 commento
FacebookTwitterLinkedinWhatsappTelegramEmail
Nuovo Articolo