Trail di Portofino, in gara anche moltissimi campioni
Running, Sport

Trail di Portofino, in gara anche moltissimi campioni

di DANILO SANGUINETI

Solo il meteo cinico e baro potrebbe bloccare un successo annunciato come quello della dodicesima edizione del Trail di Portofino che si terrà domenica 8 dicembre. Ci sono tutti i presupposti perché la pietanza allestita da Nicola Fenelli e i suoi uomini dell’Atletica Due Perle, società organizzatrice, sia molto gustosa. I numeri non mentono. Annunciate iscrizioni da record per qualità e quantità dei partecipanti. Siamo ai 500 iscritti e contando i ritardatari e quelli che decideranno all’ultimissimo secondo non è detto che non si ottenga il record di adesioni per quello che era e resta un appuntamento clou nel calendario 2019.

Il Trail di Portofino prevede anche due opzioni altrettanto panoramiche e interessanti come  la ‘Marcia Arcobaleno’ e ‘La più bella’, due manifestazioni che fecero la storia del podismo ligure almeno trenta anni fa e che sono riproposte in maniera tale da rappresentare un’occasione per fare sport nel verde anche per i non competitivi, per tutti quelli che intendono la corsa soprattutto come relax e benessere fisico.

Entrambe le corse prenderanno il via alle 9 da Villa Durazzo a Santa Margherita Ligure con percorsi modificati e resi più accattivanti per questa 12esima edizione. La Marcia Arcobaleno è di 12 chilometri. Da Villa Durazzo raggiunge Nozarego, Gave, Mulini, Crocetta, Monte Pollione, Felciara, Ghidelli, Acqua Viva, con ritorno a Villa Durazzo. I sentieri sterrati, immersi nella macchia mediterranea, consentono vedute magnifiche sull’azzurro del Mar Ligure e , dall’alta parte, sulle catene appenniniche. La ‘Più bella’ (18 km) è una full immersion nel verde del Parco. Si va verso Nozarego, Gave, Mulini, Crocetta, si sale verso Pietre Strette, quindi a San Fruttuoso di Camogli, si costeggia l’Abbazia dei Doria, si risale verso Mulini, Gave e poi ritorno a Santa.

Chi avrà meno tempo per ammirare le bellezze paesaggistiche e storiche del Trail saranno i ‘Pro’. In lizza veri big del Trailing mondiale, vedasi l’aostano Giuliano Cavallo, 45 anni (a sinistra nella foto): “In realtà sono un’habituè dei sentieri del Monte – spiega – li ho percorsi migliaia di volte. Eppure ogni volta mi conquistano come se fosse la prima”. Il trailer aostano ha appena stabilito il record della Becca di Nona e si è imposto nei 130 chilometri del Tor des Geants. Poi una coppia eccellente: Virginia Oliveri (nella foto in alto) e il marito Pablo Barnes. Uniti dall’amore per la Natura e per la corsa sulle lunghe distanze, declinata anche in ultramaratona e ultratrail, hanno fatto la storia delle specialità in Italia (e non solo). Virginia ha collezionato otto maglie azzurre fra ultra trail e ultramaratone. Vanta almeno trenta vittorie in manifestazioni classiche come Utmb, Maxi Race, Cro Magnon, Attraversata a piedi de La Salta (Argentina). Entrambi sono di origini argentine. L’anno scorso entrambi si classificarono secondi sul Monte di Portofino, al termine di due prove entusiasmanti. Le vittorie andarono a Luca Arrigoni e a Rachele Young. Da tenere d’occhio anche l’emiliana Giulia Botti, altra azzurra di specialità, e la genovese Federica Anelli che quest’anno si è aggiudicata il primo posto nel trail della Filigrana di Campo Ligure.

Nella starting list della prova agonistica di 24 chilometri anche due specialisti liguri di ottimo livello come Davide Cavalletti ed Enrico De Ferrari della Sisport. Entrambi vengono da Uscio. Nel percorso perfetto dell’organizzazione impeccabile di Fenelli e la sua Atletica Due Perle c’è spazio anche per il volontariato con un connubio insolito quanto azzeccato.
Da qualche anno è sorta a Chiavari l’associazione ‘I bambini di Malika’ che ha in Ruggero Rossi, gloria del calcio dilettantistico locale  (bomber indimenticato di Sammargheritese, Rapallo Carlo Grasso e diverse altre squadre tra gli anni Ottanta e Novanta) il suo uomo immagine. “Abbiamo creato una Onlus per la realizzazione di un centro scolastico e sportivo a Malika, nella periferia di Dakar, capitale del Senegal. Sarà rivolto a bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni. Collaboriamo con l’associazione senegalese ‘Associazione Ecole et Sport de Malika sur Mer’, e vorremmo farci conoscere e coinvolgere sempre più persone”.

L’Atletica Due Perle ha regalato uno spazio all’associazione che potrà farsi conoscere sia sabato 7 dicembre (data della presentazione della gara) che  domenica 8 (giorno della gara) spiegando le sue finalità e chiedendo sostegno a tutti i partecipanti al Trail, ai loro accompagnatori e ai tanti spettatori che accorreranno a Santa Margherita. Benessere, ecologia, beneficenza: cosa chiedere di più a un appuntamento sportivo?

5 Dicembre 2019