Andersen Run, una grande festa per oltre duemila partecipanti
Corsa, Sport

Andersen Run, una grande festa per oltre duemila partecipanti

di DANILO SANGUINETI

Ad Hans Christian Andersen probabilmente sarebbe venuto da sorridere, se avesse visto il suo cognome associato a una corsa. Il grande scrittore danese, uno dei più grandi favolisti di tutti tempi – e certamente il più popolare oggi – era assai lontano dal prototipo dell’atleta; mingherlino e fragile, salute malferma e carattere sensibile lo spingevano a essere un viaggiatore, non certo un esploratore e meno che mai un faticatore. La sua intera esistenza, il suo modo di vita suggeriscono che a Sestri Levante avrebbe potuto fare una bella camminata tra le baie, non certo cimentarsi con i maratoneti.

Però avrebbe accettato, forse addirittura gradito la dedica di un evento che ha coinvolto centinaia di giovani e molte famiglie, come quello che si è tenuto a Sestri sabato e domenica scorsi. Soprattutto avrebbe apprezzato l’esplosione di vita –  freschezza vitalità gioia e dinamismo – che ha portato il percorrere sentieri sopra ed attorno la Baia delle Favole e del Silenzio, le due insenature pervase dalle sue opere e da quelle dei suoi epigoni premiati nel corso dei decenni.

L’Andersen Run 2019 è stato un totale, fragoroso successo. Fragoroso perché conferma che il podismo ha nel Tigullio e segnatamente a Sestri una base naturale da sfruttare dodici mesi all’anno. Ad inizio autunno con meteo ancora favorevole ma non troppo, la corsa organizzata dall’Atletica Levante Team Arinox ha visto oltre duemila runner di ogni taglia, età, condizione e soprattutto di ogni categoria – dal Pro macina premi al dilettante che dice ‘Lo finisco (il percorso) a costo di scoppiare’ – impegnati nei quattro cimenti suddivisi in due giornate.
L’edizione numero sei ha portato anche una novità assoluta, la ‘Sette miglia Fitwalking’. Confermate tutte le gare dello scorso anno, con spettacolare partenza di massa dal parco Nelson Mandela, cuore verde cittadino e punto di riferimento per le attività sportive: ‘Andersen Trail’ (competitivo e non) entrambi con partenza alle 14,30 di sabato 5 ottobre; ‘Mezza tra le Baie’ (competitiva) con partenza alle 9 di domenica 6 ottobre; ‘7 miglia da favola’ (competitiva e non) con partenza alle 9 di domenica 6; ‘Trofeo Stelmilit’, una 7 miglia (competitiva) dedicata alle Forze Armate, Forze di Polizia e Vigili del fuoco con partenza alle 9 di domenica 6 ottobre; la ‘Family Run’ con partenza alle 11 di domenica 6.

Il Comune di Sestri ha collaborato alla organizzazione delle gare che avevano il sostegno di Mediaterraneo Servizi. L’assessore allo Sport Mauro Battilana illustra la novità del 2019: “La ‘7 Miglia  Fitwalking’ è stata introdotta per venire incontro a numerose richieste di questa nuova disciplina podistica che può essere definita come una camminata veloce. Il percorso, di 10,5 km,  ha seguito lo stesso sviluppo delle ‘7 miglia da favola’, con i partecipanti che in partenza erano accodati ai runner e hanno potuto coprire il tracciato con i loro ritmi e nei loro tempi. Lungo il percorso e all’arrivo erano presenti gli istruttori Fidal Fitwalking della FitWalkingSchool Chiavari”. L’assessore era uno dei volontari che controllavano il traffico nel tratto stradale dei percorsi, il sindaco di Sestri Valentina Ghio si è invece cimentata nel percorso ‘da Favola’.

“È sempre un grande piacere presentare prima e partecipare poi a una manifestazione che non solo segue un percorso di costante crescita e innovazione – ha detto Valentina Ghio – ma che è capace di unire diverse associazioni del territorio, in un processo sinergico e concreto che rappresenta un valore aggiunto per la città. Duemila partecipanti nei due giorni, tutto è filato liscio grazie alla grande organizzazione dell’Atletica Levante, alla Polizia Municipale e alle forze dell’ordine, a tutti i volontari e le volontarie che con il loro impegno ci hanno regalato un grande evento. Vedere Parco Mandela così pieno di atleti , bambini, famiglie e così adatto ad eventi come questo, mi ha davvero emozionato”.

L’Atletica Levante, motore primo dell’evento, ha preso nota dei vincitori di categoria. Francesco Profumo della Emozione Sport Team ha vinto la mezza maratona in 1 ora, 16’11”. La 7 miglia competitiva è andata a Saverio Bavosio, che ha chiuso un 36’52”. Tra i primi dieci anche Filippo Maria Belgrano della Chiavari Tigullio Outdoor e Daniele Oliva dell’Entella Running.
Il trail di sabato, sui 21 chilometri di sentieri, è stato vinto da Francesco Strizoli in 2 ore 2’40”. Il presidente dell’Atletica Levante Luciano Raggi traccia un bilancio ampiamente attivo. “Il Team Work paga sempre. Abbiamo avuto un sostegno importante da parte di numerosi sponsor, in particolare Arinox che da anni è anche sponsor della società. Indispensabile la collaborazione dei volontari che prima, durante e dopo le gare si sono prodigati per pulire, tracciare, e tenere sgombri sentieri e stradine su e giù per la penisola. Senza di loro non ci sarebbe Andersen Trail”.
La filosofia della società è stata quella di aggiungere qualcosa ogni anno a un evento che non è più una gara ma una kermesse podistica. “È vero, in ognuna delle sei edizioni, da quella della rinascita nel 2014 a quella appena andata in archivio, abbiamo sempre aggiunto qualcosa, una corsa, una prova, un cimento. E per il 2020 abbiamo in serbo un ampliamento ancora più ambizioso”.

Il presidente svela il nuovo progetto: “Proprio osservando le gare di questo fine settimana, e confrontandoci con l’amministrazione comunale abbiamo avuto l’idea di raddoppiare l’Andersen Run. La recente pulizia e apertura dei sentieri che da Riva Trigoso portano a Moneglia consentono di allungare un tipo di percorso includendo i tracciati attorno a Punta Mesco. E poi abbiamo pensato di concentrare in una data invernale le gare per i ‘Pro’, più lunghe, che si svolgono quasi esclusivamente su sentieri, con dislivelli importanti, e di riservare l’appuntamento a inizio autunno per gli eventi riservati ai marciatori occasionali, ai corridori non professionali e alle famiglie”.
Un bel impegno. “Non ci spaventa, i successi di queste edizioni ci inducono all’ottimismo. Il 16 febbraio quindi sarà la giornata dedicata al Trial Running, un percorso sarà lungo 35 km e toccherà anche Moneglia (che si è detta interessatissima). Mentre ai primi di ottobre, tra un anno, torneremo con la Mezza tra le Baie e la Sette Miglia da Favola, con un percorso misto tra sentieri e strade”.
Passo dopo passo, o falcata dopo falcata, l’Andersen Run ha smesso il piumaggio da anatroccolo e promette di spiccare il come uno splendido cigno. Hans Christian non potrebbe che apprezzare.

10 Ottobre 2019