Bagni Sirena, la spiaggia che ha il sole dentro
Aziende in vetrina, Economia, Santa Margherita

Bagni Sirena, la spiaggia che ha il sole dentro

La mareggiata si era mangiata tutto lasciando solo devastazione e un orizzonte di sacrifici. “Neppure il filo del telefono era rimasto”, racconta Gabriele Ingraffia, presidente della società milanese che – da aprile – gestisce i Bagni Sirena, stabilimento di viale Ammiraglio Canevaro, proprio dietro al porto turistico di Santa Margherita.
Sembra passata un’eternità, eppure in meno di sei mesi qui si è tornati a vivere, a lavorare, a godersi la vita. Una bella vita, con vista sul mare. I numeri? 110 cabine, 120 ombrelloni, oltre 200 tra sdraio e lettini. “È la mia prima esperienza in questo settore, mi piace, per ora tutto sta andando bene. Chi ha permesso il collegamento con il gruppo lombardo è mio cugino Davide Ardizzone”, spiega Ingraffia, volto e penna nota a Santa Margherita, affiancato dal fratello Stefano in questa nuova avventura ai Bagni Sirena. Uno stabilimento storico, punto di riferimento dell’estate cittadina che richiama tradizionalmente una clientela milanese: “Ci sono famiglie che da cinquant’anni vengono qui, i bambini di allora oggi sono diventati nonni ma non hanno cambiato spiaggia. E a loro, con il nostro arrivo, si sono aggiunti tanti sammargheritesi. Ci fa molto piacere”. I prezzi sono rimasti quelli dello scorso anno. La prova? “Il listino è quello del 2018, abbiamo lasciato lo stesso”.


La vita dei Bagni Sirena comincia presto, alle 9, anche se pulizia e riordino vengono fatti la sera prima per essere pronti fin dalle prime ore del sole. Già, il meteo, piccola grande ossessione di chi lavora con la tintarella: “Nel week end scorso doveva essere bello, ma il sole lo abbiamo visto a pomeriggio inoltrato. Insomma, controlliamo le previsioni, ma alla fine paradossalmente non ci pensiamo neppure troppo perché intanto non puoi cambiare nulla”.

E allora, che il cielo sia sereno o nuvoloso, poco importa. Si fa festa – almeno fino alle 20 – e si pensa a qualche novità. La prima si chiama Spritz Beer, long drink che al posto del prosecco ha la birra ed esce… alla spina: “All’inizio i clienti erano scettici, ma una volta provata ha preso campo”. Dal bicchiere alle forchette, il passo è breve: in collaborazione con il Molo 10, altro locale molto conosciuto in città, ecco il Poke, ‘piatto mania’ del momento a base di pesce crudo – tonno e salmone – originario della cucina hawaiana.
Canoe, sup, giochi gonfiabili in acqua e tante idee per il futuro: “Ci piacerebbe organizzare qualche serata nella nostra terrazza, la festa mascherata in spiaggia a Ferragosto e le Olimpiadi acquatiche per i bambini”.
Costumi colorati e bambini che giocano, la stagione è ormai pronta a entrare nel vivo. Al lavoro ci sono già sei persone – tra cui 3 bagnini – e pure un elettricista “24 ore al giorno”, scherza Ingraffia, pronto ad intervenire anche quando è tempo di un meritato bagno rinfrescante. Per dare la scossa a questa estate sammargheritese.

DANIELE RONCAGLIOLO

20 Giugno 2019
RECENT COMMENTS
FlICKR GALLERY
THEMEVAN

We are addicted to WordPress development and provide Easy to using & Shine Looking themes selling on ThemeForest.

Tel : (000) 456-7890
Email : mail@CompanyName.com
Address : NO 86 XX ROAD, XCITY, XCOUNTRY.